10 idee per la camera da letto degli anni ’80 che amiamo oggi

Che tu lo ami o lo odi, lo stile degli anni ‘1980 è tornato di moda, ispirando una nuova generazione di designer a creare riff aggiornati sul decennio che incorporano alcune delle sue tendenze più memorabili. Un decennio polarizzante in termini di moda e design d’interni, gli anni ’80 sono stati un’era decadente in cui la nozione stessa di buon gusto è stata apertamente beffata e le influenze contrastanti sono state utilizzate in modi rumorosi e spesso eccessivi che riflettevano i tempi (e alla fine hanno inaugurato gli anni ’90 minimalismo). 
Definiti tanto dallo stile yuppie quanto dal punk rock e dal postmodernismo, gli interni degli anni ’80 erano dominati da tendenze così disparate come il chintz; stampe floreali di Laura Ashley; Pop Art; colori e illuminazione al neon; asimmetria; tavolozze di colori che andavano dal rosso e nero al rosa e verde al pesca o al malva tutto. Il marmo era ovunque, dai mobili agli accessori, ai trattamenti murali con effetto pittura. Gli interni di tendenza avrebbero potuto essere alternativamente shabby chic, decorati con forme geometriche ispirate all’Art Déco e bordi arrotondati, influenze del sud-ovest o lo stile postmoderno del celebre movimento Memphis Design fondato dal leggendario designer italiano Ettore Sottsass.
Mentre c’è molto di cui rispondere in questo buffet di tendenze del design, i designer di oggi hanno estratto i punti più alti del decennio e il fascino nostalgico, incorporando elementi dello stile degli anni ’80 in modi contemporanei che sembrano freschi e offrono un contrasto con il lineare, organico mid estetica moderna del secolo scorso che ha dominato l’interior design negli ultimi anni. Dai un’occhiata a queste idee per la camera da letto che fanno riferimento allo stile vintage degli anni ’80 in modi contemporanei per un’ispirazione che si sente ancora a casa in un interno del 21° secolo.
Hannah Park di HIDA Modern ha decorato il suo studio di Los Angeles ispirato agli anni ’80 con reperti vintage e del mercato delle pulci che fanno riferimento a Miami, al postmodernismo e alla cultura pop del decennio. Park ha concentrato il design della sua camera da letto su forme arrotondate, onnipresenti specchi che riflettono la luce, piante tropicali e i luminosi colori al neon che hanno segnato l’epoca. La stanza luminosa e ariosa dipinta di bianco con pavimenti in legno dai toni chiari mantiene tutto attuale senza immergersi troppo nel territorio del museo.
Questa camera da letto grafica in bianco e nero di Mary Patton Design ha accenti di bronzo audaci che ricordano i caratteristici metalli dorati del decennio che sono tornati negli ultimi anni. “L’ispirazione è stata in realtà la stanza del mio migliore amico d’infanzia negli anni ’80”, dice Patton. “Ricordo che era così magico e volevo creare un ambiente simile per mia figlia. Il mix del baldacchino e del Fortuny usato negli anni ’80 alla maniera di Laura Ashley è una svolta divertente su qualcosa della mia infanzia”.
In questo loft degli anni ’80 convertito in discoteca a Los Angeles, Caitlin Jones e Chris Willcox dei rivenditori vintage Asparagus hanno trasformato la camera da letto separata nel proprio omaggio pop al design del Southerwestern, un’altra tendenza popolare degli anni ‘1980. Hanno acquistato i tappeti colorati e la biancheria da letto da un viaggio attraverso il West americano.
Questa camera da letto di Gunnar Larson ha lo spirito degli anni ’80 ma si sente attuale, con il suo uso audace di motivi e colori contrastanti. Secondo Larson, far funzionare il design degli anni ’80 per oggi “significa eliminare l’ingombro e mescolare il comfort con linee moderne ed eleganti”. Dice che gli piace particolarmente il modo in cui i designer di mobili aggiornano i mobili degli anni ’80 imbottiti, ad esempio, incorporando un’elegante struttura in metallo per creare una versione attuale di un vecchio stile. “È divertente vedere come il design degli anni ’80 viene decostruito e reinventato per le nostre tendenze di design, pur avendo in mente il comfort del nostro corpo”, afferma Larson.
Questa camera da letto di Sarah Barnard Design è una versione moderna dello stile anni ’80 con le sue audaci pareti color prugna e lavanda, la struttura del letto Autoban curvilinea in noce nero rivestita di velluto viola, ottomana imbottita rossa, soffice moquette nera e un’insegna al neon che incantesimi fuori “fantasmagoria” sopra il letto che incanala la moda per tutto ciò che è neon durante quel decennio.
Questa elegante camera da letto ispirata agli anni ’80 progettata da Kara Mann come parte di una collaborazione di mobili con CB2 è una versione fresca, raffinata e contemporanea del decennio. La camera da letto è un mix sicuro di bianchi caldi ad alto contrasto e neri tenui, con un pouf in velluto color malva e forme geometriche audaci che richiamano il meglio che il decennio aveva da offrire. 
L’architetto Pauline Borgia dell’Atelier Steve ha progettato questo appartamento ristrutturato a Parigi con mosse audaci e contemporanee che avrebbero potuto essere ispirate ai fantasmi dell’interior design degli anni ’80, tra cui una rivisitazione in blocchi di colore dei rosa e dei verdi pastello caratteristici dell’epoca, qui in un saturo tavolozza di colori verde bosco e salmone intenso. La biancheria da letto audace e non abbinata ricorda l’inclinazione dell’epoca per i tessuti contrastanti in tutto, dal design per la casa alla moda.
Gli anni ’80 sono stati anche il periodo in cui è esploso il rebranding di tendenza country e inglese/francese, noto come shabby chic, con divani imbottiti e lenzuola arruffate completamente bianche a dominare la giornata. Mentre shabby chic potrebbe essere caduto in disgrazia come termine, la propensione per la biancheria da letto accogliente e femminile in neutri chiari è un classico che continua a reinventarsi, come in questa camera da letto progettata da Maison de Vacances con le sue lenzuola comode mescolate con eclettiche accessori del secolo scorso e rustici per dargli un tocco contemporaneo più senza tempo.
In questa stanza dell’Hotel Henriette di Parigi, la designer d’interni Vanessa Scoffier ha utilizzato strisce grafiche sul muro di rosa neon in un motivo leggermente fuori misura per definire liberamente l’era del letto e introdurre alcune vibrazioni incisive degli anni ’80 in una camera da letto altrimenti neutra. Usare un tocco di neon, sia sulle pareti, sia nella biancheria, nell’arte o negli oggetti decorativi è un modo facile ed economico per dare al tuo design una scossa di personalità che può essere modificata facilmente.

Lascia un commento