17 tipi comuni di erbacce

Una volta identificate le piante fastidiose, puoi accedere più facilmente alle informazioni sull’eradicazione. In alcuni casi, tuttavia, scoprire di più sulle piante in questione potrebbe convincerti a mostrare maggiore tolleranza nei loro confronti. Ci sono anche alcune erbacce commestibili. Alcuni meritano il tuo tempo per rimuoverli, mentre altri non causano molti danni (e potrebbero anche avere aspetti benefici).
Ecco 17 tipi di erbacce che potresti incontrare nel tuo giardino.
Polygonum cuspidatum goes by several other common names, including Japanese knotweed and fleece flower. Several other common names include the term, “bamboo,” such as “Mexican bamboo.” While its autumn flower does, indeed, look fleecy, ” fleece flower ” is just too dainty a name for so tenacious a weed!
Being an annual weed, crabgrass perpetuates itself via seed—millions of seeds. To control crabgrass, you’ll need to address the issue in spring when the plant is at its most vulnerable. The best option is to remove the plants by hand, roots and all. After that, use an organic fertilizer to encourage the growth of lawn grass which will crown the crabgrass out.
I denti di leone sono un presagio di primavera. I loro fiori giallo brillante spesso spuntano attraverso i prati e appaiono tra le crepe nei vialetti e sui marciapiedi. Le teste dei semi dei denti di leone sono probabilmente più conosciute di quelle della gramigna, ma i denti di leone sono erbacce perenni, non annuali.
A rather innocuous plant, common plantain can simply be mowed whenever you mow the lawn. Its relative, Plantago lanceolata is a similar weed, but with narrow leaves. Now a ubiquitous lawn weed in North America, broadleaf or “common” plantain was brought to the New World by colonists from Europe for its medicinal uses. Common plantain has many medicinal uses. Mashed, it can be used as a poultice for bee stings; the leaves can also be dried and made into a tea to treat diarrhea.
It’s not for nothing that this plant is named, “giant ragweed.” It can grow up to 15 feet tall, with thick roots and branches. Like its ragweed cousin (and unlike goldenrod), giant ragweed produces a great deal of pollen which causes serious allergies.
Il convolvolo ha una fioritura abbastanza attraente, simile a quella del convolvolo, che può essere bianca o rosa e ha un profumo gradevole. Ma questa non è un’erba innocua. Se lasci che il convolvolo della siepe vada fuori controllo, il tuo giardino si sentirà come Gulliver a Lilliput. C’è una ragione per quel “vincolo” in “convolvolo”.
Purslane is the edible weed, par excellence. Purslane contains five times the amount of essential omega-3 fatty acid that spinach has, and its stems are high in vitamin C. A succulent mat-forming plant, it has a crispy texture and interesting peppery flavor. It is often served raw in salads but can also be cooked as a side dish.
Curly dock (also called “curled dock” or “yellow dock”) is more than just distinctive, it’s also useful: curly dock serves as a home remedy to treat stinging nettle burns–though it can be toxic to consume. Sarai in grado di identificare il bacino riccio dai suoi fiori verdastri che raggruppano lunghi ceppi di fiori sottili. Dopo che i fiori si sono asciugati e sono diventati marroni, rimangono al loro posto, rendendo la pianta facile da riconoscere. I fiori iniziano con un colore verdastro o rossastro molto meno caratteristico. La fioritura avviene in grappoli sotto forma di steli floreali multipli, lunghi e sottili nella parte superiore della pianta.
Mentre molti considerano il trifoglio una “erbaccia”, non c’è davvero niente di sbagliato nell’avere un piccolo trifoglio mescolato nel tuo prato. Gli irlandesi considerano varie foglie di trifoglio tripartito (come quella nella foto qui) come “trifogli”. La tradizione dietro il trifoglio è abbastanza diversa da quella dietro i quadrifogli.
There are three plants named, “bittersweet.” American bittersweet is harmless, but Oriental bittersweet should be regarded as a weed since it can harm your trees. The third type of weed that goes by this name (bittersweet nightshade) is one of our most poisonous plants, despite being related to the tomato .

Lascia un commento