Coltivare il rosmarino di palude nel giardino di casa

Bog Rosemary è velenoso a causa dell’andromedotossina, nota anche come grayanotoxin, che si trova in tutte le parti della pianta. Prendilo in attenta considerazione quando decidi di coltivare questo arbusto a casa tua, soprattutto se hai animali domestici o bambini. Se ingerito, il veleno nell’arbusto può abbassare la pressione sanguigna e può causare problemi respiratori, vertigini, vomito o diarrea.
Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti ha stabilito lo standard in base al quale giardinieri e coltivatori possono determinare quali piante hanno maggiori probabilità di prosperare in un luogo. Questo è noto come la mappa della zona di rusticità dell’impianto USDA. Di conseguenza, questa pianta dovrebbe essere piantata nelle zone da 2 a 6 per ottenere i migliori risultati, che comprende le paludi e le aree di torba fredda nelle regioni settentrionali e centrali degli Stati Uniti. È una pianta nativa in Nord America, Europa e Asia.
Il rosmarino di palude raggiungerà una dimensione matura di 1 o 2 piedi di altezza e larghezza, creando una forma arrotondata. Il rosmarino di palude può essere piantato in pieno sole o in ombra parziale.
Le foglie sempreverdi blu-verdi sono molto simili a quelle delle piante di rosmarino. I fiori a forma di urna sono tipici della famiglia e sono formati in grappoli. Possono essere bianchi o rosa. L’albero di solito fiorisce tra la tarda primavera e l’inizio dell’estate. Piccole capsule marroni si formano una volta impollinati i fiori: il frutto, questa piccola capsula, contenente numerosi semi.
Notevoli cultivar di rosmarino di palude includono “macrophylla” e ‘”compacta”, che hanno entrambi ricevuto l’Award of Garden Merit dalla Royal Horticultural Society. “Blue Ice” ha un forte tono bluastro nelle foglie. “Nana” è una versione nana.
Il rosmarino di palude è una tipica pianta ericacea. Come altre piante di ericacee, come azalee, mirtilli ed eriche, il rosmarino di palude richiede un terreno acido per avere successo. Dopo la prima semina, potresti ricoprire il terreno con due pollici di muschio di torba o aghi di pino per scoraggiare le erbacce e trattenere l’umidità. 
Probabilmente non sarà necessario potare il tuo arbusto se non per rimuovere le parti che sono diventate morte, malate o danneggiate.

Lascia un commento