Come coltivare e prendersi cura degli alberi dell’imperatrice

Molto probabilmente ti starai chiedendo perché il drastico avvertimento è stato dato per convincerti a scegliere un altro albero da far crescere nel tuo giardino. Sfortunatamente, l’albero dell’imperatrice è attraente da guardare, ma non fa bene al tuo paesaggio, proprietà, ambiente o ecosistemi locali.
All’inizio, l’albero ha un profumo paradisiaco, come la vaniglia, e l’albero sboccia con migliaia di fiori sotto forma di digitale ogni fine aprile e inizio maggio. Ma questo apparente vantaggio dell’albero è in realtà il suo più grande svantaggio: il frutto su ciascuno di quei fiori contiene 2,000 semi, con un singolo albero in grado di lanciare 2,000,000 di semi all’anno. Inoltre, l’albero dell’imperatrice può crescere di 20 piedi in un solo anno. Il potenziale per l’albero di diventare invasivo è enorme, e il potenziale per conquistare un paesaggio se non riesci a rimuovere una piantina randagia è altrettanto alto.
Anche se sei un fantastico cacciatore di piantine e puoi potare diligentemente il tuo albero, questo albero può comunque diventare rapidamente un ospite sgradito. Le radici sono spesse, diffuse e distruttive con il potenziale di causare danni alle radici. Determinato a diffondersi, l’albero alla fine invia voraci polloni dal suo apparato radicale in rapida crescita come l’albero principale.
Ciò significa che hai un albero che ha una sete inestinguibile e che asciugherà tutta l’acqua dalle piante e dagli alberi vicini nella zona. Le radici renderanno difficile scavare e piantare altre piante.
Per ottenere la piena quantità di fioriture, vorrai dare al tuo albero di imperatrice pieno sole, almeno 6 ore di sole diretto al giorno. Se non sei preoccupato di ottenere una fioritura abbondante, tollererà l’ombra parziale senza effetti negativi.
Idealmente, il suo terreno preferito è umido e ricco, ma crescerà in quasi tutte le condizioni. È noto che cresce nelle fessure del marciapiede, nelle grondaie non pulite, nelle sabbiere e nella cenere del focolare, quindi non è necessario preoccuparsi troppo delle condizioni del suolo con l’albero dell’imperatrice.
L’albero è dannatamente quasi indistruttibile una volta stabilito, ma richiede alcune cure, inclusa un’abbondante irrigazione. Dopo aver piantato l’albero, assicurati di pacciamare da due a tre pollici in profondità fino alla linea di gocciolamento senza toccare il tronco per aiutare a trattenere l’umidità. Dovrai annaffiarlo settimanalmente a una velocità di due o tre litri d’acqua per pollice del diametro del tronco. Continuare con questo regime durante la prima stagione fino all’autunno. In futuro non dovrebbero essere necessarie ulteriori annaffiature.
Gli alberi dell’imperatrice sono resistenti. Molto resistente. Possono resistere a temperature da -10 gradi Fahrenheit e temperature fino a 120 gradi Fahrenheit, ma queste temperature ingannano. L’albero è in realtà molto meno tollerante di quanto espresso da questi numeri. Le radici dell’albero dell’imperatrice sono più resistenti dei suoi steli. Fiori e foglie moriranno a 0 gradi Fahrenheit e l’intero tronco morirà a -10 gradi Fahrenheit se il freddo dura più di un breve periodo.
Non è necessario fertilizzare l’albero dell’imperatrice. Crescerà prontamente nella maggior parte delle condizioni e non ha bisogno di una grande spinta per farlo prosperare. È conosciuto come una specie pioniera e può crescere in condizioni che altre specie trovano inospitali.
Gli alberi dell’imperatrice non sono noti per essere tossici per l’uomo o gli animali domestici.
Affrontare questo compito può essere una questione di prevenire danni alla proprietà e cercare di gestire la crescita follemente veloce. Dovrai eliminare i rami che potrebbero essere soggetti a danni da neve o vento o presentare pericoli.
Ma fai attenzione durante la potatura: il legno dell’albero dell’imperatrice è notoriamente debole e fare tagli sbagliati e usare una tecnica di potatura impropria può portare a un ulteriore indebolimento del legno.
Quando si cerca di controllare la crescita aggressiva dell’albero dell’imperatrice, vengono impiegate numerose tecniche a seconda del risultato desiderato. Per frenare la crescita e mantenere l’albero di dimensioni gestibili, dovrai tagliare il tuo albero a circa un metro e mezzo ogni autunno. In questo modo l’albero ricrescerà e fiorirà ogni primavera.
Se invece di avere fioriture preferisci avere un arbusto interessante con un fogliame affascinante di 36 pollici di larghezza, taglia appena sopra il livello del suolo. In questo modo non lascerai apparire fiori o frutti ma creerai un fogliame spettacolare.  

Lascia un commento