Come coltivare fiori cardinali

Questa pianta dentata e dalle foglie lanceolate vanta spighe erette e terminali di fiori rosso brillante. Ogni fiore ha cinque petali, tre nella metà inferiore e due nella metà superiore. I tre petali inferiori sono più prominenti dei due superiori, creando uno spettacolo unico e appariscente.
Questi fiori fantasiosi non attirano solo l’attenzione dei passanti, ma anche di colibrì e farfalle, che sono i principali impollinatori di queste profonde fioriture a forma di campana.
I fiori cardinali sbocciano a fine estate quando molte altre piante perenni vengono spese per la stagione. Questo li rende una meravigliosa aggiunta ai giardini fioriti perenni per ottenere una stagione di fiori più lunga.
Poiché il fiore cardinale si trova naturalmente nelle zone umide, mantenere il terreno uniformemente umido è la chiave per la loro salute. Queste piante perenni sono di breve durata con una durata di circa tre o quattro anni.
Lasciare che i tuoi fiori cardinali si riseminano da soli è l’ideale. Questo assicura che continueranno a tornare ogni anno pieni e belli. Dividere le piante ogni due o tre anni aiuterà anche a prolungare la vita e a creare più piante.
Con una luce decente, un terreno ben saturo e un po’ di propagazione, puoi coltivare questi fiori rosso vivo per anni e anni. È anche utile che i fiori cardinali non siano generalmente afflitti da parassiti o malattie comuni, rendendoli più facili da coltivare.
A seconda di dove vivi, il fiore cardinale cresce meglio in pieno sole fino all’ombra parziale. Nelle zone più fredde, apprezzano il pieno sole. Nei climi più caldi, il fiore cardinale farà meglio con l’ombra pomeridiana per fornire riparo dal caldo intenso.
Il fiore cardinale ama il terreno ricco, da umido a umido. A differenza di altre piante che sviluppano marciume nelle zone umide, questa pianta prospera in queste condizioni. Per aiutare a trattenere l’umidità del terreno, prova ad aggiungere uno strato di pacciame intorno alle tue piante.
Non sorprende che questa varietà vegetale apprezzi molta acqua. In effetti, il fiore cardinale può persino tollerare le inondazioni. Quindi assicurati di mantenere un programma di irrigazione coerente che mantenga il terreno uniformemente umido.
Questi fiori possono sopportare un’ampia gamma di temperature. Tuttavia, proteggerli dal gelo e dalle temperature gelide li aiuterà a svernare con successo. Aggiungere uno strato di pacciame proteggerà le piante e aiuterà a farle ricrescere sane l’anno successivo.
Poiché i fiori cardinali amano l’umidità, i livelli di umidità più elevati sono ottimi. Per questo motivo, i fiori cardinali fanno grandi aggiunte ai giardini pluviali o alle aree vicino ai corpi idrici.
I fiori cardinali non richiedono grandi quantità di fertilizzante durante tutto l’anno. L’aggiunta di compost e materiale organico alla fine dell’inverno o all’inizio della primavera fornirà i nutrienti necessari per la stagione di crescita a venire. Questa applicazione una tantum è generalmente sufficiente per una crescita sana.
Tutte le parti del fiore cardinale sono tossiche se ingerite in grandi quantità, quindi assicurati di tenere lontani animali domestici o bambini curiosi da queste piante.
I sintomi di avvelenamento nell’uomo includono:
I sintomi di avvelenamento negli animali includono:
Potresti voler rimuovere le punte dei fiori esaurite per mantenere la tua pianta pulita e incoraggiare un’ulteriore fioritura. Tieni presente che ciò potrebbe non consentire alla pianta di auto-seminarsi, il che potrebbe influire sull’attività di crescita del prossimo anno.
Se trovi che la tua pianta diventa un po’ indisciplinata durante la sua stagione di crescita, sentiti libero di potarla per mantenere un aspetto più cespuglioso e meno gambe.
I fiori cardinali possono essere propagati per seme, divisione o trapiantando giovani piante che si sviluppano attorno alla pianta matura.
Ecco come propagare per divisione (ma tieni presente che le piante raramente vivono più a lungo di circa quattro anni):
1. In primavera o in autunno, scava delicatamente la tua pianta.
2. Taglia il suo apparato radicale e il fogliame in due o tre sezioni.
3. Pianta ogni divisione nel proprio punto intorno al tuo giardino.
Se desideri rimuovere le giovani piante che si formano intorno alla tua pianta matura, semplicemente scavale in autunno e posizionale dove desideri che cresca un altro fiore cardinale.
Per propagare per seme, hai un paio di opzioni. Queste piante si auto-seminano facilmente, quindi puoi semplicemente lasciare i baccelli sulla pianta e lasciarli cadere naturalmente. Un’altra opzione è raccogliere i semi, seminandoli intorno alla pianta quando sono maturi per favorire la propagazione. Se desideri raccogliere semi per iniziare in casa, ecco come:
1. Una volta che i baccelli iniziano ad aprirsi, raccogli i semi.
2. Conservali in frigorifero. Puoi conservare questi semi per diversi anni. Quando sei pronto per avviarli, seminali su un terreno umido da sei a otto settimane prima dell’ultimo gelo. Non premerli nel terreno poiché hanno bisogno di luce per germogliare.
3. Mantieni il terreno uniformemente umido e metti i semi in un luogo luminoso.
4. Dopo l’ultima minaccia di gelo, puoi piantare il tuo nuovo fiore cardinale in giardino.