Come coltivare il coriandolo (coriandolo)

Il coriandolo è un’ottima aggiunta alle erbe per qualsiasi giardino all’aperto. Non solo è una pianta relativamente facile da coltivare all’aperto, ma in realtà vanta due erbe al prezzo di una. Il nome coriandolo si riferisce agli steli verdi e alle foglie piatte della pianta (che è meglio mangiare fresco) mentre l’altro nome comune, coriandolo, si riferisce ai semi, che sono usati come spezia di cucina comune, specialmente in India, Medio Oriente e Asia cucine. Il coriandolo è meglio piantato all’inizio della primavera e crescerà rapidamente per tutta l’estate, spesso producendo il suo primo raccolto di foglie entro 30 giorni. I suoi semi saranno pronti per il raccolto a circa tre mesi dalla semina.
A molti giardinieri piace la gratificazione istantanea (in termini di crescita) di piantare piantine di coriandolo. Iniziali dopo l’ultimo gelo, distanziando le piante di 6 pollici l’una dall’altra; se si piantano file, mantenere le file distanti 12 pollici. Se desideri coltivare più coriandolo l’anno prossimo, scegli un buon posto e lascia che le piante fioriscano e si seminino da sole, piuttosto che raccogliere l’intera pianta.
La pianta del coriandolo prospera su un mix di luce solare e ombra parziale, spesso favorendo il clima più fresco di tarda primavera e inizio autunno. Quando progetti il ​​tuo giardino, seleziona un punto che non riceva troppa luce solare a mezzogiorno, poiché i raggi diretti possono bruciarne le foglie. Allo stesso modo, se vivi in ​​un clima particolarmente caldo, considera di piantare il coriandolo in vasi, che possono essere spostati periodicamente all’ombra. Il coriandolo risponde direttamente alla quantità di luce diurna che riceve, e troppa può farlo scappare presto. Puoi fermarlo ed estendere un po’ più a lungo la sua stagione di crescita assicurandoti che ottenga un’ombra adeguata.
Quando si tratta di scegliere la giusta miscela di terreno per la tua pianta di coriandolo, è importante optare per una miscela che abbia un pH da neutro ad acido (da 6.2 a 6.8 è il migliore) e sia ben drenante e ad asciugatura rapida, poiché troppa umidità trattenuta nel terreno può far germogliare presto la pianta.
Mantieni il terreno umido per la tua pianta di coriandolo, annaffiandola ogni pochi giorni, a seconda dell’ambiente. Tuttavia, il terreno non dovrebbe mai sembrare inzuppato o raccogliere acqua, poiché un eccesso di umidità può essere dannoso per il coriandolo.
Il coriandolo prospera meglio in ambienti relativamente freschi, preferendo temperature che si aggirano intorno o al di sotto dei 70 gradi Fahrenheit, troppo calde e la pianta può fuggire facilmente. Anche l’umidità dovrebbe essere evitata, poiché troppa umidità può causare problemi simili per il coriandolo. In definitiva, è meglio coltivare l’erba in primavera o all’inizio dell’autunno se vivi in ​​una zona che ha estati particolarmente calde e/o umide. Sebbene il coriandolo sia un’erba per il clima fresco, è ancora sensibile al gelo. Tieni a portata di mano le coperture per le file per proteggere le tue piante se si prevedono condizioni meteorologiche estreme.
Il coriandolo non ha bisogno di fertilizzanti per crescere con successo, ma trattarlo mensilmente con una miscela organica non può far male. Inoltre, sentiti libero di mescolare nel terreno un compost nutriente o un po’ di materia organica per aiutare le piante a prosperare, specialmente quando si piantano i semi per la prima volta.
Questa erba è pronta a rispondere a tutto il tuo duro lavoro, spesso pronta per essere raccolta per le sue foglie fresche in meno di un mese. Puoi iniziare a raccogliere le foglie una volta che le piante sono alte circa 6 pollici, circa tre o quattro settimane dopo aver seminato i semi per la prima volta. Raccogliere pizzicando le parti posteriori dello stelo superiore, che promuove una nuova crescita e piante più piene. I gambi e le foglie del coriandolo sono molto delicati e vanno usati freschi, a fine cottura. Per conservare il coriandolo per un uso futuro, congelare i gambi e le foglie, singolarmente o in una vaschetta per cubetti di ghiaccio.
Sta diventando più comune trovare piantine di coriandolo, ma spesso l’erba parte dal seme. Come erbe auto-seminanti, le piante di coriandolo sviluppano baccelli di semi subito dopo la fioritura. I baccelli si aprono e i semi cadono a terra, germinando alla fine in nuove piante. Per controllare meglio quando e dove viene piantato il coriandolo, puoi tagliare l’intera testa del seme e conservarla in un sacchetto di carta finché non si asciuga e i semi si sono staccati. Quindi, puoi ripiantare i semi o conservarli in un contenitore ermetico fino a quando non sei pronto a macinarli per l’uso in una varietà di ricette e piatti.

Lascia un commento