Come coltivare il prezzemolo

Originario dell’Europa, il prezzemolo è una pianta biennale molto attraente che viene generalmente coltivata come erba culinaria annuale. Crescendo in ciuffi di foglie di pizzo alte circa 12 pollici, il prezzemolo ha foglie triangolari verde scuro che costituiscono un buon contorno o un’aggiunta aromatica alle ricette. Se lasciata svernare, tornerà per un secondo anno a fiorire, ma il sapore diventa amaro dopo il primo anno.
Meglio piantare all’inizio della primavera fino all’estate, la maggior parte delle varietà di prezzemolo crescerà abbastanza lentamente, stabilendo la maturità tra 70 e 90 giorni dopo la semina. I tassi di germinazione sono considerevolmente più bassi per il prezzemolo rispetto ad altre erbe da cucina, quindi è una buona idea piantare sempre più semi di quanto pensi di volere.
Diverse varietà di prezzemolo producono sapori diversi, quindi considera come vorresti usare l’erba prima di scegliere cosa piantare nel tuo giardino. Il prezzemolo a foglia riccia è un po’ amaro per alcuni palati, mentre il prezzemolo a foglia piatta (noto anche come prezzemolo italiano) è più a favore dei cuochi di oggi.
Non c’è davvero molta manutenzione necessaria per coltivare il prezzemolo: abbastanza acqua e del buon terreno (o fertilizzante) e dovresti stare bene. Un altro vantaggio della coltivazione del prezzemolo è l’ingombro ridotto della pianta. Non richiede davvero molto spazio, quindi è un’ottima opzione per quasi tutti i giardinieri, sia che tu abbia un enorme appezzamento di terreno, un piccolo contenitore o solo un davanzale. Inoltre, con la possibilità di coltivare il prezzemolo all’interno o all’esterno, puoi assicurarti che la tua cucina sia completamente rifornita con l’erba versatile tutto l’anno.
Le piante di prezzemolo sono adattabili a una varietà di condizioni e crescono bene in ambienti che vanno dal pieno sole all’ombra parziale. Se la tua area di coltivazione è particolarmente calda, l’ombra pomeridiana è apprezzata, anche se alla fine le piante dovrebbero ricevere almeno otto ore di luce solare al giorno.
Poiché il prezzemolo viene coltivato per le sue foglie, ama il terreno ricco di sostanza organica. Il terreno dovrebbe essere umido ma ben drenante in modo che la pianta non si impregni d’acqua. Se cresci in vasi o contenitori, considera di piantare il prezzemolo in un vaso di argilla o terracotta, che aiuterà a eliminare l’umidità in eccesso dal terreno. Inoltre, il prezzemolo fa meglio in una miscela con un pH del terreno da qualche parte nell’intervallo da neutro a leggermente acido tra 6.0 e 7.0.
Le piante di prezzemolo amano essere costantemente umide e la tua pianta trarrà beneficio da almeno 1 o 2 pollici di acqua a settimana (dalla pioggia o dai metodi di irrigazione manuale). Non permettere mai che il terreno della tua pianta di prezzemolo si asciughi: l’erba non tollera bene la siccità e appassirà e brunirà rapidamente.
Il prezzemolo può prosperare in un’ampia gamma di requisiti di temperatura, purché sia ​​cresciuto correttamente all’interno della sua zona di resistenza USDA. Detto questo, la pianta andrà meglio con temperature comprese tra 60 e 70 gradi Fahrenheit. Se vivi in ​​una zona particolarmente calda durante l’estate, assicurati di concedere alla tua pianta un po’ di ombra o acqua in più per aiutare a integrare le temperature più calde. Il prezzemolo non ha particolari requisiti di umidità.
Sebbene non siano del tutto necessarie per il suo successo, le piante di prezzemolo possono beneficiare di un po’ di fertilizzazione una o due volte all’inizio della stagione di crescita. Tratta le piante una volta al mese in primavera con un fertilizzante liquido organico ben bilanciato diluito a metà forza, assicurati di usare qualcosa di adatto per piante commestibili. In alternativa, puoi modificare il tuo terreno con molta materia organica e compost per aumentare la nutrizione.
Il prezzemolo è disponibile in diverse cultivar, classificate in gruppi distinti:
Iniziare il prezzemolo dal seme è uno sforzo lento: possono volerci diverse settimane prima che i semi germinino e, anche in questo caso, non sempre lo fanno con successo. Stratifica i semi prima di piantarli preraffreddandoli in frigorifero e poi immergendoli per una notte in acqua tiepida, che può aiutare ad accelerare leggermente il processo e a favorire una germinazione più efficace. Le piante coltivate da seme sono in genere pronte per il raccolto entro 12-14 settimane dopo la semina.
Sebbene possa essere difficile avviare il prezzemolo dal seme, le piantine consolidate sono coltivatori rapidi. Pianta le piantine in casa circa sei settimane prima dell’ultima data di gelata o semina direttamente all’aperto una volta che il terreno può essere lavorato e il rischio di gelo è passato. Le file possono essere piantate a circa 10-12 pollici di distanza, coprendo a malapena il seme con il terreno. Oltre ad essere un’ottima pianta da compagnia per fiori e verdure, il prezzemolo è talvolta consigliato come pianta da bordatura o come pianta dal fogliame d’accento. Anche se può essere un’aggiunta molto attraente, tieni presente che è anche popolare con alcuni piccoli animali, come conigli e marmotte.
Il prezzemolo può anche essere coltivato abbastanza bene in vaso, il che è un’ottima opzione per i giardinieri in contenitori o per coloro che sperano di coltivare l’erba in casa. Tieni presente che il prezzemolo ha una radice a fittone, che può diventare abbastanza lunga, per questo motivo le piante mature avranno bisogno di un vaso grande per crescere con successo.
Coltivare il prezzemolo in vaso non potrebbe essere molto più facile; basta seminare i semi in un contenitore con normale terriccio, posizionarlo in un luogo soleggiato e mantenerlo costantemente umido. Il prezzemolo è una buona erba da interni in inverno, dove crescerà in qualsiasi finestra soleggiata e può essere raccolto per tutto l’inverno se seminato nel tardo autunno. Il prezzemolo coltivato al chiuso avrà bisogno della luce più brillante che puoi fornire: usa le luci di coltivazione se non è disponibile una luce naturale sufficiente.
Puoi iniziare a raccogliere il prezzemolo quando è alto circa 6 pollici e relativamente cespuglioso. Raccogli gli steli interi dalla base della pianta per incoraggiare una maggiore crescita. Taglia i gambi dalla pianta secondo necessità, ma cerca di non rimuovere più di un terzo delle foglie alla volta.
Puoi tagliare e asciugare le foglie rimaste alla fine della stagione o lasciare le piante nel terreno e cercare di sfruttare meglio le piante la primavera successiva. Sebbene il prezzemolo sia tecnicamente biennale, la maggior parte delle persone trova le foglie troppo amare il secondo anno e gli steli dei fiori cresceranno e andranno a seminare sorprendentemente velocemente. Tuttavia, potrebbero trattenerti fino a quando il tuo nuovo raccolto non sarà abbastanza maturo per essere raccolto.
Il prezzemolo può essere soggetto a una manciata di malattie fungine, tra cui macchie fogliari di septoria, un paio di peronospora fogliare, oidio e smorzamento. Iniziare con semi di buona qualità e privi di malattie e consentire alle piante di accedere a una buona circolazione dell’aria può aiutare a limitare l’insorgenza e la diffusione della malattia.
Il più grande problema dei parassiti per il prezzemolo è il bruco della farfalla a coda di rondine nera. È una pianta ospite per queste farfalle e i bruchi si schiuderanno e masticheranno le foglie, facendo danni considerevoli. Tuttavia, poiché queste farfalle sono così benvenute in giardino, si consiglia di non fare nulla per uccidere i bruchi. Matureranno abbastanza presto e lasceranno in pace le tue piante.