Come coltivare la menta al cioccolato

La pianta cresce fino a circa 2 piedi di altezza e si diffonde facilmente dai rizomi in un’attraente copertura del terreno. Le foglie arrotondate e lanceolate sono di un verde più scuro rispetto ad altre forme di menta. I fiori di lavanda compaiono in estate. Questa pianta è un coltivatore vigoroso che a volte viene piantata come annuale nei climi più freddi.
In cucina, il cioccolato può essere utilizzato per aromatizzare dolci e bevande. Nei paesaggi, questa perenne a crescita rapida è spesso naturalizzata come copertura del suolo in aree umide o piantata in giardini pluviali. La pianta si diffonderà per quanto è consentito, anche se non è particolarmente difficile da mantenere entro i suoi confini. Normalmente viene piantato in primavera dopo che è passato l’ultimo gelo.
La menta al cioccolato viene piantata dall’inizio del vivaio poiché si tratta di una pianta ibrida sterile che non produce semi. La menta al cioccolato cresce meglio in un terreno ricco e umido con un pH leggermente acido o neutro. Pianta a circa 2 piedi di distanza in primavera dopo che è passato tutto il pericolo di gelo.
Sebbene coltivare erbe in un terreno meno ricco tenda a concentrare i loro oli essenziali (e quindi il loro profumo e sapore), la menta preferisce un terreno umido e simile al bosco, quindi è bene aggiungere un po’ di materia organica prima di piantare. La menta è una delle poche erbe aromatiche che preferisce l’ombra parziale. Puoi coltivarlo in pieno sole se fornisci un’umidità adeguata.
Le piante di menta cioccolato preferiscono l’ombra parziale. Puoi coltivarli in pieno sole se li innaffi frequentemente.
Quasi tutti i terreni ricchi e umidi faranno crescere con successo la menta al cioccolato. Solo i terreni molto secchi e sabbiosi possono causare problemi, ma anche questo può essere superato se si innaffia frequentemente. Ricoprire il terreno ogni anno con materia organica per mantenerlo ben drenante.
La menta al cioccolato richiede da 1 a 2 pollici di acqua ogni settimana (pioggia e/o irrigazione) ma non risponde bene a condizioni costantemente paludose. Se stai coltivando in un contenitore, non lasciare mai che il vaso si asciughi completamente, ma assicurati che sia in grado di drenare.
Questa pianta non è esigente; tollererà tutte le condizioni climatiche all’interno della sua gamma di robustezza. L’umidità estrema può causare lo sviluppo di malattie fungine.
La menta cioccolato è una pianta vigorosa che ha bisogno di poco più di una singola dose di fertilizzante bilanciato ogni primavera.
Sebbene la menta al cioccolato non sia tossica per l’uomo, grandi quantità di parti di piante o oli essenziali concentrati sono leggermente tossici per cani e gatti.
Un grande consumo di parti di piante o l’ingestione di oli essenziali può causare diarrea, vomito, nausea e debolezza in cani, gatti e cavalli. Chiama il veterinario se sospetti che il tuo animale domestico abbia consumato questa pianta o i suoi oli.
Puoi iniziare a raccogliere le foglie quando le piante sono alte almeno 4-5 pollici. Non prendere più di un terzo delle foglie per ogni raccolto, ma assicurati di raccogliere almeno tre o quattro volte durante la stagione di crescita. La pianta risponderà alla raccolta diventando più cespugliosa.
Il sapore della menta al cioccolato è migliore se raccogli le foglie prima dei fiori della pianta. Tuttavia, se le tue piante fioriscono, tosare le foglie farà riempire di nuove foglie tenere. Se noti che gli steli si allungano e le foglie diventano rade e piccole, è un segno che la raccolta non è stata sufficiente per rinvigorire la tua pianta. Taglia le piante da un terzo alla metà e il nuovo fogliame che appare dovrebbe avere foglie molto più grandi.
La menta al cioccolato è ottima cosparsa sui piatti di frutta, fa un delizioso tè ed è una bella aggiunta ai mojito.
Coltivare qualsiasi menta in un contenitore è un buon modo per godersi la pianta senza preoccuparsi che diventi invasiva. Avrai bisogno di un vaso profondo almeno 12 pollici. Se usi qualcosa come un vaso di fragole, puoi coltivare più tipi di menta nello stesso contenitore. Con le sue foglie e i suoi gambi verde scuro, la menta al cioccolato è bella anche in un cestino appeso. Coltivarlo in contenitori significa che puoi tenerlo vicino alla cucina per una comoda raccolta.
Se vivi nelle zone di resistenza da 3 a 5, la menta al cioccolato in vaso può svernare se le fornisci una certa protezione. Puoi provare a coltivarlo come pianta d’appartamento, ma le condizioni interne non sono l’ideale per le zecche. Se vuoi provare, dai alla pianta più sole di quanto faresti all’aperto e fornisci un po’ di umidità sotto forma di nebbia o posizionando il contenitore su un vassoio pieno di ciottoli e acqua. 
Un modo migliore per svernare la menta al cioccolato in vaso è spostarla in un seminterrato o in un garage non riscaldato per l’inverno. Dagli un po ‘d’acqua quando il terreno è asciutto a pochi centimetri sotto la superficie e spostalo all’aperto quando il clima si riscalda in primavera.
Raccogli o tosa regolarmente le piante per far entrare nuovo fogliame. La tosatura regolare aiuta anche a tenere sotto controllo le piante in modo che non prendano il controllo del cortile.
Una volta che hai la tua prima pianta matura, puoi prendere talee e fare tutte le piante che vuoi. Radicheranno facilmente semplicemente sospendendo le talee in acqua. Quando si è sviluppata una buona rete di radici, pianta la talea nel terriccio o nel giardino.
La menta è di solito senza problemi; tuttavia, a volte può essere colpita dalla ruggine, una malattia fungina che si manifesta con piccole macchie arancioni nella parte inferiore delle foglie. Usa un fungicida organico e cerca di far seccare le foglie tra un’annaffiatura e l’altra. Assicurati che le piante non siano affollate e ricevano molta circolazione d’aria.
Se le tue piante di menta al cioccolato dovessero essere stressate, potrebbero diventare sensibili a parassiti come mosche bianche, acari, afidi e cocciniglie. L’olio di agrumi è un buon rimedio per questi insetti.

Lascia un commento