Come coltivare la rucola

La rucola è una delle verdure di stagione fredda, insieme a spinaci, cavoli e altri. È pronto per essere raccolto circa 40 giorni dopo la semina. Se lo fai bene, puoi avere due stagioni della rucola, una in primavera all’inizio dell’estate e un’altra a fine estate fino all’autunno. Non crescerà bene nel caldo intenso di mezza estate.
La maggior parte dei giardinieri inizia la rucola dal seme. Può essere seminato direttamente in giardino una o due settimane prima del gelo finale in primavera. Se desideri un raccolto ancora prima, puoi seminare i semi in casa diverse settimane prima dell’ultimo gelo. Come la maggior parte delle insalate, i semi di rucola sono piccoli, quindi devi stare attento a non piantarli troppo in profondità. Scegli una posizione (o individua il tuo contenitore) in pieno sole, o per una stagione più lunga, in una zona con ombra a mezzogiorno.
Una volta che le piantine emergono, diradatele a una distanza di 4-6 pollici (mangiate subito le verdure, sono deliziose). Se ami la rucola, puoi piantare più semi in successione ogni due settimane per sfruttare al meglio la stagione di crescita finché durano le temperature miti.
Per seminare i semi, prepara il terreno con del compost o un fertilizzante ad alto contenuto di azoto (oppure riempi il contenitore con terriccio) e appiattiscilo delicatamente con la mano.
La rucola cresce meglio in pieno sole, ma non ama molto il caldo. Se possibile, coltivalo in pieno sole mentre il clima è relativamente fresco, quindi fornisci un po’ di ombra pomeridiana quando la temperatura aumenta.
Le piante di rucola sono più felici in un terreno ben drenato che è da leggermente acido a neutro, da circa 6.0 a 7.0 pH. Tollera diversi tipi di terreno ma gli piace abbastanza ricco; aggiungere compost o fertilizzante ad alto contenuto di azoto secondo necessità. Se la pianti in vaso, qualsiasi miscuglio di buona qualità andrà bene.
Come molte verdure, la rucola necessita di annaffiature regolari per una crescita sana e coerente e un sapore ottimale. Mantieni il terreno costantemente umido, annaffiando non appena il primo pollice di terreno si sente asciutto. Nei climi secchi, questo può significare annaffiare ogni mattina. Se non annaffi regolarmente, costringerai le piante a sbocciare (inviare germogli di fiori) rovinando il sapore delle foglie.
L’intervallo di temperatura ideale per le piante di rucola è compreso tra 45 e 65 gradi Fahrenheit. Non può sopravvivere al gelo e non ama il caldo torrido dell’estate. Puoi allungare un po’ la sua stagione di crescita proteggendola dal freddo con coperture a file, e dal caldo con ombreggiature, ma la strategia migliore è piantarla nei momenti giusti e raccogliere le foglie non appena sono pronte. Non necessita di elevata umidità e cresce abbastanza bene nei climi aridi, purché riceva acqua a sufficienza.
Finché pianti la tua rucola in un terreno ricco di azoto, non dovrebbe aver bisogno di ulteriore alimentazione. Le foglie pallide indicano una mancanza di nutrimento.
Diverse varietà di rucola mirano a diversi sapori e colori diversi per l’attrattiva sul piatto. Considera queste varietà preferite di rucola:
Le piante di rucola sono relativamente piccole e autonome, quindi sono facili da coltivare in contenitori. Poiché le radici sono relativamente poco profonde, non hai bisogno di un contenitore gigante o profondo per far crescere la pianta. Quando il clima si riscalda, i vasi facilitano lo spostamento delle piante dal sole diretto nel calore del giorno, prolungando così la stagione di crescita.
Considera di piantare una discreta quantità di rucola: una volta che ne avrai un assaggio, potresti scoprire che stai mangiando molto. Pertanto, scegli un contenitore largo. Sebbene tu possa coltivare la rucola in quasi tutto, un contenitore autoirrigante rende l’intero compito molto più semplice.
La tua rucola dovrebbe essere completamente cresciuta e pronta per essere raccolta in circa quattro o sette settimane, a seconda della varietà. Più le foglie sono giovani, più saranno tenere e dolci, quindi non aspettare troppo per iniziare a raccoglierle.
Una volta che le piantine sono lunghe 3-4 pollici, puoi estrarre l’intera pianta o assottigliarle. Se vuoi che le piante continuino a crescere, puoi raccogliere solo le foglie esterne tagliandole o strappandole verso la base, lasciando intatta la chioma. In alternativa, puoi tagliare tutte le foglie appena sopra il terreno; la pianta può ricrescere se il clima è ancora relativamente fresco.
Se aspetti troppo a raccogliere e la pianta germoglia, mangia i fiori ma non le foglie. I fiori compaiono dopo che le foglie sono cresciute a grandezza naturale e sono troppo amari per essere mangiati. Raccogli i fiori e mangiali o aggiungili a un’insalata o a un panino con la faccia aperta per una bella sorpresa. Puoi anche coltivare alcune piante di rucola solo per i fiori. 
La breve e precoce stagione di crescita della rucola significa che ti perderai la maggior parte delle infestazioni di parassiti in primavera, ma forse non se pianterai di nuovo alla fine dell’estate. Le piante di rucola sono preferite da lumache, cavolo cappuccio, coleotteri delle pulci, afidi e falene diamantate. Tieni d’occhio le uova di insetti e rimuovi quelle che trovi a mano. Gli afidi possono essere spruzzati via con acqua. Impedisci alle lumache di raggiungere le foglie tenere con trappole di birra, farina fossile o un altro metodo tradizionale.

Lascia un commento