Come coltivare la salvia culinaria

La salvia diventa rapidamente un piccolo arbusto legnoso che può necessitare di sostituzione ogni tre o quattro anni. La raccolta e la potatura frequenti aiutano a rinvigorire le piante di salvia. Mentre una pianta di salvia è al suo apice, è un’aggiunta attraente sia ai giardini di erbe che ai bordi ornamentali. Le varietà viola, dorate e tricolore funzionano particolarmente bene come piante da bordatura, per bordi o percorsi.
Lascia che le piante crescano non raccolte per il primo anno, in modo che possano stabilizzarsi. Dopodiché, puoi raccogliere le foglie in qualsiasi momento, anche se sono considerate al meglio prima o subito dopo la fioritura. Puoi anche spazzare via la neve e raccogliere in inverno.
La salvia è molto felice di crescere in contenitori. Se vuoi provare a coltivare la salvia da cucina in casa, dovrai fornire una luce forte e diretta.
Per piante sane, dai alle tue piante di salvia pieno sole. Nelle zone calde di USDA 8 o superiore, possono sopportare un po’ di ombra pomeridiana, ma hanno bisogno di un po’ di sole o di una brezza per asciugare l’umidità dalle foglie e prevenire la decomposizione.
La salvia culinaria preferisce un terreno umido ma ben drenato. Tollera terreni moderatamente alcalini. Non è particolarmente esigente riguardo al terreno, tranne che dovrebbe essere ben drenato.
La salvia è molto tollerante alla siccità e non ama stare seduta nel terreno umido. Le foglie si ammuffiscono se vengono lasciate umide, quindi annaffiate di rado.
Le piante di salvia saranno perenni nelle zone di rusticità USDA da 5 a 9. La salvia comune tende ad essere un po’ più resistente delle varietà più ornamentali come la salvia dorata, viola e tricolore. La salvia preferisce una posizione calda e soleggiata, anche se non ama il caldo estremo.
Vacci piano con il fertilizzante. È meglio vestirsi semplicemente con la materia organica in primavera.
La potatura dopo la fioritura manterrà le piante attraenti e impedirà loro di diventare troppo legnose e leggiadramente. La salvia da cucina va potata in primavera. Evitare la potatura in autunno o in inverno poiché ciò può danneggiare la nuova crescita; invece, rimuovi semplicemente eventuali fiori o steli morti. Non tagliare mai le piante a terra.
Le piante di salvia possono essere avviate da seme, talee di radice o trapianti. I semi di salvia devono essere seminati freschi. Il seme non si conserva bene e anche fresco, non è terribilmente affidabile ed è lento a germogliare.
Le talee di radice possono essere propagate per stratificazione. In effetti, i rami che toccano il suolo spesso mettono radici da soli. Se ciò accade, puoi separare la sezione radicata dalla pianta originale e trapiantarla.
Fortunatamente, in primavera si possono trovare piccole piante di salvia a prezzi ragionevoli nella maggior parte dei garden center. Questo è il metodo più semplice per ottenere rapidamente una pianta stabile.
Le foglie di salvia nuove e tenere sono più saporite delle foglie più vecchie su steli legnosi, quindi non aver paura di raccogliere. Le foglie di salvia sono un popolare condimento per pollame e carne. Possono essere utilizzati sia freschi che secchi, anche fritti. La salvia fa anche un buon tè.
La salvia si conserva bene come un’erba secca. Il sapore è più intenso se si asciugano le foglie intere e si sbriciolano al bisogno.
Oltre al condimento, foglie e rami di salvia sono spesso presenti in oggetti artigianali come ghirlande, dove aggiungono colore, consistenza e profumo.

Lascia un commento