Come coltivare le orchidee Calypso

L’orchidea calypso è una pianta piccola e piuttosto delicata. Generalmente fiorisce nella tarda primavera più comunemente con un piccolo fiore viola-rosato, anche se i fiori sono disponibili in varie tonalità di rosa, viola, rosso e bianco. Il fiore include un labello a forma di cucchiaio, o un petalo centrale più grande alla sua base, che è tipicamente segnato in un colore contrastante come il giallo. L’orchidea di solito produce solo un fiore alla volta, ma raramente una pianta può produrre due fiori contemporaneamente. Questa orchidea ha un tasso di crescita lento ed è meglio piantarla in autunno o subito dopo che la pianta ha finito di fiorire.
A meno che tu non viva nell’ambiente naturale dell’orchidea calypso, è molto difficile far crescere la pianta nel tuo giardino. Ed è ancora più difficile imitare il suo ambiente per prendersene cura in una piantagione di contenitori. Pertanto, la maggior parte dei coltivatori suggerirebbe di ammirare la pianta in natura ed evitare la fatica di prendersene cura a casa. 
Il problema riguarda principalmente il terreno di coltura dell’orchidea. Prospera non solo nel terreno, ma in tutte le varie sostanze organiche presenti sul suolo della foresta, come foglie e corteccia in decomposizione. E sembra avere un rapporto simbiotico con il fungo in quell’ambiente che permette all’orchidea di ottenere i nutrienti. Questo è il motivo per cui non dovresti mai usare un fungicida sull’orchidea calypso, poiché così facendo potresti uccidere il fungo benefico e infine l’orchidea stessa.
Se sei in grado di fornire il terreno di coltura adeguato per le orchidee, sono abbastanza semplici da mantenere. Avranno bisogno principalmente di annaffiature regolari se non hai abbastanza precipitazioni, insieme alla protezione dal sole forte e dal caldo estremo.
Le orchidee Calypso crescono naturalmente alla luce screziata sotto gli alberi sui pavimenti delle foreste. Quindi non dovrebbero essere esposti alla luce solare diretta. Troppo sole può bruciare le foglie e causare scolorimento. Crescono bene al sole parziale all’ombra.
L’habitat naturale delle orchidee sui sottoboschi in genere contiene molta materia organica sciolta. Pertanto, preferiscono un terreno di coltura leggero e ricco con un pH del terreno leggermente acido. Anche il terreno di coltura deve avere un buon drenaggio. 
Queste piante amano il terreno uniformemente umido. Quindi innaffia ogni volta che il terreno di coltura inizia ad asciugarsi, ma non esagerare con l’acqua al punto che rimane fradicio. Inoltre, evita di usare acqua clorata o ad alto contenuto di minerali, poiché ciò può danneggiare o addirittura uccidere le orchidee sensibili. L’irrigazione con acqua distillata o acqua piovana raccolta è la cosa migliore per le piante.
Le temperature da moderate a calde sono ideali per le orchidee calypso. Tuttavia, questa è una pianta forestale resistente che in realtà può tollerare gli ampi sbalzi di temperatura all’interno delle sue zone di crescita. Ma l’esposizione prolungata al calore superiore a 80 gradi Fahrenheit può stressare e alla fine uccidere una pianta. Inoltre, l’orchidea si comporta bene con un’umidità moderata, ma può anche sopportare livelli di umidità più elevati. In condizioni asciutte è particolarmente imperativo mantenere uniforme l’umidità del suolo.
Evita di usare fertilizzanti su queste piante, poiché sono molto sensibili all’aggiunta di sostanze chimiche e minerali extra nel loro ambiente. Dovrebbero essere in grado di ottenere i nutrienti di cui hanno bisogno dalla materia organica nei loro substrati di coltivazione.
Esistono solo poche varietà di orchidee calypso, tra cui:

Lascia un commento