Come coltivare le violette africane

Le violette africane sono una delle piante d’appartamento più popolari al mondo e per una buona ragione. Queste piante compatte e a crescita bassa fioriscono più volte all’anno e sono disponibili in una moltitudine di forme e colori di foglie. Non lasciarti scoraggiare dalla loro reputazione di difficoltà: a patto di seguire alcune semplici regole, le violette africane dovrebbero prosperare in casa. Con un po’ di esperienza, è possibile tenerli in fiore quasi tutto l’anno e farli crescere fino alle dimensioni di un piatto da portata.
Le violette africane prospereranno in condizioni luminose, calde e umide. Evita che l’acqua tocchi le foglie o lascerà macchie marroni. Rimuovi i fiori e le foglie morte non appena li vedi per incoraggiare una pianta più sana. Controlla regolarmente il terreno e la pianta per assicurarti che non ci siano accumuli di foglie morte. Questo incoraggerà la putrefazione. Coltivare queste piante d’appartamento è davvero una questione di equilibrio; devi assicurarti che i diversi fattori che entrano nella loro coltivazione siano tutti ponderati l’uno contro l’altro. Dovrebbero essere mantenuti in condizioni abbastanza umide da non seccarsi, ma comunque esposti a una brezza fresca per evitare che diventino troppo soffocanti ed esposti alla luce del sole senza danneggiare le punte delle foglie. Non scoraggiarti se le tue violette africane subiscono qualche danno: fa tutto parte del processo.
Luce solare intensa, ma non diretta. Sono comunemente coltivati ​​sotto luci fluorescenti posizionate da 12 a 15 pollici sopra le foglie.
È essenziale un terriccio ben drenato. Uno scarso drenaggio può causare la putrefazione delle radici, in cui la pianta diventa impregnata d’acqua e le sue foglie iniziano a cadere, quindi assicurati che la pianta non sia mai esposta all’acqua stagnante per un lungo periodo di tempo.
Mantieni il terreno umido con acqua calda e cerca di ottenere un’umidità elevata. Non permettere all’acqua di entrare in contatto con le foglie per evitare danni, a parte un leggero appannamento. Innaffia dal basso o spingi l’erogatore dell’acqua nel terreno durante l’irrigazione. Non permettere alla pianta di sedersi nell’acqua.
Non permettere di scendere al di sotto di circa 60ºF. Crescono a 70ºF.
Nutri con un fertilizzante di violetta africana ogni due settimane.
Le violette africane possono essere propagate da talee o da offset. Le piante adulte producono occasionalmente piccole piantine o germogli laterali. Rimuovili e riempili in modo indipendente. Rimuoverli incoraggia anche migliori fioriture sulla pianta madre.
The original plants, the S. ionantha, were introduced in Germany in 1893. Two years later, the S. confusa were introduced. Since then, thousands of varieties have been produced. Today, African violets are available in single and double flowers, in all different colors, and with widely varied leaf shapes. Gloxinia is sometimes mistaken for a type of African violet. If you like African Violets, you might also enjoy their cousin, the Goldfish Plant .

Lascia un commento