Come coltivare l’erba di canna piumata

L’erba di canna piumata è tipicamente piantata da piantine coltivate in vivaio, non da semi. Piantalo nel terreno o in un contenitore alla stessa profondità in cui stava crescendo nel contenitore del vivaio. Una volta stabilita, questa erba ornamentale richiede una manutenzione piuttosto bassa. Raramente ha problemi con parassiti o malattie. Ma fai attenzione alla ruggine fungina, che appare come scolorimento sul fogliame e può derivare da lunghi periodi di pioggia. Un fungicida può essere utile, ma la prevenzione assicurando una buona circolazione dell’aria intorno all’erba è fondamentale.
La manutenzione regolare sarà principalmente l’irrigazione quando il terreno inizia ad asciugarsi. Quindi, pianifica di tagliare l’erba a terra come parte della pulizia del tuo giardino dopo l’inverno. E nutrilo ogni anno se il tuo terreno è povero.
La canna piumata cresce meglio in pieno sole, il che significa almeno sei ore di luce solare diretta nella maggior parte dei giorni. Tuttavia, apprezza un po’ di ombra dal duro sole pomeridiano, specialmente nelle parti più calde delle sue zone di crescita. Ma se fa troppa ombra, non fiorirà così abbondantemente, le foglie possono diventare flosce e la pianta nel complesso sarà più piccola.
L’erba tollera un’ampia gamma di tipi di terreno. Ma fa meglio in un terreno ricco, costantemente umido e ben drenante. Può tollerare terreni argillosi pesanti e aree umide del paesaggio, come sulla riva di uno stagno. 
La canna piumata ha un fabbisogno idrico moderato. Quindi innaffialo ogni volta che il terreno si sente asciutto a circa un pollice verso il basso. Le piante mature hanno una certa tolleranza alla siccità, ma anche l’umidità è la cosa migliore. Un terreno troppo secco risulterà in una pianta che non raggiunge il suo pieno potenziale di crescita.
La pianta è considerata un’erba della stagione fredda e non si preoccupa del calore intenso. Dovrebbe essere piantato quando la temperatura è inferiore a 75 gradi Fahrenheit, quindi ha il tempo di stabilire un apparato radicale per assorbire l’umidità prima che arrivi il caldo. La canna piumata può sopravvivere a temperature sotto lo zero. Tuttavia, nelle parti settentrionali delle sue zone di coltivazione può essere utile mettere uno strato di pacciame sulla pianta per isolarla durante l’inverno. L’umidità in genere non è un problema per l’erba di canna piuma, purché vi sia una buona circolazione d’aria intorno alla pianta.
L’erba di canna piuma in genere non richiede alcun fertilizzante supplementare. Ma sia il pacciame organico che il compost mescolati nel terreno possono essere utili per aggiungere sostanze nutritive. Se hai un terreno povero, applica un fertilizzante per piante multiuso bilanciato in primavera seguendo le istruzioni sull’etichetta. 
Poiché la pianta sembra ancora ordinata in inverno e può fornire interesse con le teste dei semi, la maggior parte dei coltivatori aspetta fino alla fine dell’inverno o all’inizio della primavera per tagliare l’erba di canna piuma a terra. Fallo appena prima che appaia una nuova crescita, in modo da non potare accidentalmente il nuovo fogliame. Usa le cesoie da potatura o un tagliasiepi per tagliare la crescita della stagione precedente a pochi centimetri sopra la linea del suolo.
Mentre l’erba di canna piumata non si diffonderà in modo incontrollabile nel paesaggio, un ciuffo continuerà a ingrandirsi. Alla fine il ciuffo dovrà essere diviso una volta che è così grande che la luce solare e il flusso d’aria non raggiungeranno il suo centro. Questo in genere si verifica ogni tre o cinque anni e la primavera è il momento migliore per dividersi. Basta scavare il ciuffo e separarlo delicatamente, mantenendo intatte quante più radici possibile. Quindi, ripianta i tuoi ciuffi divisi dove preferisci.
Ci sono alcune varietà popolari di canna palustre: