Come coltivare piante di alluminio

L’impianto di alluminio è stato introdotto per la prima volta nel mondo occidentale dai famosi botanici francesi Andres Guillaumin e François Gagnepain nel 1928 durante la ricerca sulla flora del Vietnam, mentre era ancora una colonia della Francia. Prende il nome dal connazionale e collega botanico, padre Léopold Michel Cadière, che era un famoso missionario in quella che all’epoca si chiamava Indocina. 
La pianta è stata finalmente introdotta negli Stati Uniti, ma non è diventata popolare fino al boom delle piante d’appartamento degli anni ‘1970, dove da allora è rimasta una delle preferite. Non c’è da meravigliarsi se guardi le strisce argentate su ciascuna delle sue foglie. Inoltre, date le giuste condizioni di crescita, è un’ottima pianta per i principianti delle piante d’appartamento.
La pianta di alluminio è facile da curare, ma può diventare esigente quando si tratta delle sue condizioni di crescita. Ciò non dovrebbe dissuaderti dal coltivare questa straordinaria pianta. Il problema più comune che potresti avere è controllare la pianta per una crescita delle radici eccessivamente abbondante ogni primavera. Al primo acquisto della pianta è buona norma trapiantarla in un vaso più grande del necessario. Le radici della pianta di alluminio diventeranno troppo grandi per il tuo vaso e sfondano il suo contenitore. Elimina questo problema il primo anno invasando più grandi, quindi ogni anno successivo trapiantando in un vaso ancora più grande.
Quando si coltiva la pianta di alluminio al chiuso, assicurarsi che la pianta riceva una luce intensa e indiretta per almeno quattro ore al giorno. Devi essere certo che non riceva troppo sole, poiché questo brucerà le foglie, portando alla doratura. Le piante da esterno dovrebbero essere piantate in ombra parziale.
Scegli un terreno ben drenante e ricco di sostanza organica. Non devi preoccuparti del pH con un impianto di alluminio. La preoccupazione maggiore è il drenaggio. Vuoi un terreno molto ricco che possa nutrire la pianta, trattenere l’umidità ma anche drenare bene. Stai cercando i riccioli d’oro del suolo. Un miscuglio per il controllo dell’umidità di marca è una buona soluzione. 
Quando è stagione di crescita durante la primavera e l’estate, si consiglia un terreno uniformemente umido per questa pianta. Una buona regola da seguire è che se il quarto di pollice superiore è asciutto è ora di innaffiare di nuovo la pianta. Durante i mesi invernali, la pianta di alluminio avrà bisogno di meno annaffiature. Un occasionale appannamento sarà utile così come un vassoio per l’umidità della roccia. 
Se vivi in ​​una zona tropicale negli Stati Uniti, nelle zone 11 e 12 dell’USDA, potrai coltivare la tua pianta di alluminio all’aperto. Altrimenti, dovrai mantenere questa pianta come pianta da appartamento.
Gli piace l’umidità, quindi considera di appannarlo di tanto in tanto e non lasciarlo vicino a prese d’aria o fonti di calore che elimineranno l’umidità dalla tua pianta. Se hai un bagno ben illuminato, questa è una casa eccellente poiché c’è una fonte di umidità dalla doccia.
Come l’irrigazione, vorrai adattare l’alimentazione al cambiamento delle stagioni. Quando in una stagione di crescita, dovresti fertilizzare questa pianta con un cibo vegetale solubile in acqua di qualità 5-5-5 mensilmente. Durante i mesi invernali, non è necessario. 
La pianta di alluminio è tossica per i nostri amici a quattro zampe e può danneggiare cani e gatti, quindi dovrebbe essere tenuta lontana da loro. Le serre in miniatura da interno sono ottime per tenere le piante da appartamento tossiche lontane dagli animali domestici. 

Lascia un commento