Come far crescere e prendersi cura di una serie di delfini

La serie di delfini è caratterizzata dalle sue iconiche foglie a forma di delfino e dai lunghi viticci pendenti. Sebbene possano fiorire, le delicate fioriture sono relativamente poco appariscenti e queste piante vengono coltivate per il loro fogliame interessante piuttosto che per i loro fiori. Stanno benissimo in cesti sospesi e giardini verticali, oppure possono essere addestrati a crescere verso l’alto su un traliccio o un palo di muschio a seconda dell’aspetto che stai cercando.
Le serie di delfini sono più comunemente coltivate al chiuso come piante d’appartamento, anche se possono essere coltivate anche all’aperto. Tuttavia, non sono piante grasse resistenti al gelo e richiedono un clima caldo tutto l’anno per sopravvivere all’aperto.
Le serie di delfini sono generalmente considerate piante grasse a bassa manutenzione. Le loro foglie carnose trattengono l’acqua che li rende tolleranti alla siccità e non richiedono alcuna cura o manutenzione speciale per renderli felici. Sono anche facilmente propagabili, quindi solo possedendo una di queste piante grasse, puoi facilmente condividerne alcune con i tuoi amici.
La serie di delfini non è una pianta in condizioni di scarsa illuminazione e fornire loro abbastanza luce solare è fondamentale per una crescita sana. Metti la tua serie di delfini in una finestra luminosa e soleggiata e ignorala la maggior parte del tempo e questa adorabile succulenta prospererà.
Sebbene possa facilmente scottarsi al sole diretto quando viene coltivato all’aperto, quando viene coltivato come pianta d’appartamento, la serie di delfini fa meglio quando riceve almeno sei ore di luce solare al giorno.
Una finestra esposta a sud è l’ideale, ma può adattarsi anche a una luce media se coltivata al chiuso. Se necessario, usa le luci di crescita per fornire luce aggiuntiva.
Come con la maggior parte delle piante grasse, una serie di delfini richiede un terreno arido e ben drenante. I mix di cactus / succulente disponibili in commercio vanno bene per questa pianta, ma puoi anche creare il tuo mix a casa. Basta combinare 2 parti di terriccio, 1 parte di pomice o perlite e 1 parte di sabbia.
Le foglie dei delfini possono trattenere l’acqua per un lungo periodo di tempo e, in quanto tali, sono considerate resistenti alla siccità e non richiedono annaffiature regolari.
Lasciare che il terreno si asciughi bene tra un’annaffiatura e l’altra per evitare marciumi radicali, quindi annaffiare bene. Riduci l’irrigazione durante i mesi autunnali e invernali quando la pianta va in letargo.
La serie di delfini cresce bene a temperature e livelli di umidità medi domestici quando viene coltivata al chiuso. È interessante notare che, sebbene queste piante non tollerano il gelo, tendono a preferire temperature più fresche rispetto alla media succulenta. Tollera temperature invernali fino a 40 gradi Fahrenheit (4 gradi Celsius).
Se vivi in ​​una zona con inverni freddi, non devi stare così attento a posizionare la tua pianta vicino a finestre fredde o piene di spifferi come faresti con una pianta di filo di perle.
La serie di delfini non richiede una concimazione regolare. In effetti, un’eccessiva fertilizzazione di questa pianta può far perdere alle foglie la loro iconica forma a delfino. Tuttavia, possono beneficiare di un’alimentazione leggera all’inizio della primavera per aiutare a stimolare la crescita e incoraggiare la fioritura.
Di solito si consiglia di utilizzare un fertilizzante organico come il compost di vermi, le alghe liquide o l’emulsione di pesce. 
Sfortunatamente, i delfini sono tossici sia per i cani che per i gatti, quindi fai attenzione con i tuoi amici pelosi. Inoltre, assicurati di tenere questa pianta fuori dalla portata di qualsiasi bambino o bambino curioso perché può anche essere leggermente tossico per l’uomo.
Questa succulenta finale può tollerare di essere legata alle radici e non ha bisogno di essere rinvasata regolarmente. In effetti, uno dei modi migliori per incoraggiare le fioriture è mantenere la pianta leggermente legata alle radici.
Tuttavia, ogni pochi anni dovresti rinvasare una serie di delfini per rinfrescare il suo substrato e aumentare le dimensioni del vaso, di solito una taglia più grande.
L’uso di un vaso con adeguati fori di drenaggio è importante per prevenire la putrefazione delle radici e il terreno impregnato d’acqua. La serie di delfini può fare bene sia in vasi di plastica che in terracotta, tuttavia, alcuni giardinieri preferiscono la terracotta perché aiuta ad assorbire l’umidità in eccesso del suolo.
La serie di delfini può essere facilmente propagata da talee in acqua o terreno. Prendi le talee che hanno almeno 2-3 nodi lungo lo stelo per le migliori possibilità di successo. I nodi si trovano nei punti in cui le foglie emergono dagli steli e sono dove cresceranno le nuove radici. 
Se stai propagando talee in acqua, rimuovi le foglie dal nodo inferiore o due per assicurarti che le foglie non marciscano. Le radici dovrebbero svilupparsi entro un paio di settimane, a quel punto puoi trasferire la talea nel terreno.
Se ti stai propagando solo nel terreno, appoggia semplicemente il taglio dello stelo sopra il terreno e assicurati che il terreno sia mantenuto umido fino allo sviluppo delle radici. 
I parassiti comuni delle piante d’appartamento come afidi, cocciniglie, squame e acari possono essere un problema per la serie di delfini. Questi parassiti sono succhiatori di linfa e, se non trattati, possono devastare una pianta sana. Con una diagnosi precoce e un trattamento adeguato, questi comuni parassiti delle piante d’appartamento possono essere facilmente tenuti sotto controllo. 
Queste piante non sono soggette a particolari malattie, a parte il marciume radicale causato dall’eccessiva irrigazione. Se innaffi solo quando il terreno è completamente asciutto, piantalo in un vaso con adeguati fori di drenaggio e usa una miscela di terreno ben drenante, non dovresti incorrere in alcun problema.

Lascia un commento