Come far crescere gli astri

È un crudele trucco di Madre Natura che il tempo più glorioso della stagione del giardinaggio coincida con il declino della maggior parte delle piante in fiore. Gli astri, tuttavia, non stanno al gioco con lo scherzo. Come le mamme da giardino, gli astri fioriscono in risposta ai giorni che si accorciano dell’autunno, dando ai giardinieri una bella mostra di gemme che possono fiorire da agosto a ottobre. Originari del Nord America, gli astri comprendono molte specie in diversi generi di piante, oltre a dozzine di cultivar, ma per i giardinieri, gli astri sono semplicemente grandi fiori che forniscono fiori viola o blu simili a margherite a fine stagione.
Sebbene i centri per la casa e il giardino spesso commercializzino gli astri come acquisto stagionale tra le esposizioni di zucche e balle di fieno, gli astri sono piante perenni longeve che possono diventare una parte permanente del tuo paesaggio. Sebbene i fiori di aster abbiano quell’aspetto di fiori di campo, sono anche belli nelle composizioni di fiori recisi. Le persone non sono le uniche a trovare gli astri attraenti: anche gli impollinatori come le api e le farfalle amano i fiori di aster. Se piantati in autunno, possono essere una rara fonte di nettare di fine stagione, rendendoli un fiore cruciale per gli impollinatori.
Gli astri possono essere piantati quasi in qualsiasi momento dell’anno, anche se la primavera è tipica poiché è quando le piante da vivaio in vaso sono prontamente disponibili. Queste piante perenni a crescita rapida saranno pronte a mettere in mostra una buona esposizione autunnale nel loro primo anno e, una volta stabilite, resisteranno per molti anni.
Mentre puoi coltivare fiori di aster dai semi piantati in primavera, potrebbero volerci diversi anni prima che maturino in piante a grandezza naturale. Più spesso, gli astri vengono piantati da esemplari di vivai in vaso. Fanno meglio in terreni argillosi e ben drenanti e desiderano una buona quantità di spazio intorno alle piante per consentire alle loro radici di espandersi.
Ogni tre anni circa, i cespi delle radici dovrebbero essere dissotterrati e divisi per evitare che le piante diventino troppo legnose e muoiano al centro. Il centro legnoso può essere scartato, con le porzioni esterne ripiantate.
Quando il gelo alla fine uccide il fogliame, taglia gli steli a livello del suolo. Questo può essere fatto anche in primavera per consentire agli uccelli di nutrirsi dei semi dei fiori durante l’inverno: sia i fringuelli che le cince amano particolarmente i semi di aster.
Pianta i nostri fiori di aster in un’area che gode di pieno sole per la maggior parte della giornata. Troppa ombra può causare piante allampanate e meno fiori, soprattutto per le cultivar e gli ibridi più comuni. Ci sono alcune varietà di specie autoctone, tuttavia, che andranno abbastanza bene in condizioni parzialmente ombreggiate.
Gli astri apprezzano il terreno argilloso leggermente acido, con un pH compreso tra 5.8 e 6.5. Se il tuo terreno è alcalino, puoi correggerlo aggiungendo materia organica come letame ben decomposto, muffa fogliare o compost.
Mantieni umide le nuove piantagioni e continua ad annaffiare regolarmente fino a quando i fiori non hanno finito di sbocciare. Come regola generale, il terreno in cui risiedono i tuoi astri dovrebbe rimanere costantemente umido ma mai saturo. Una cosa da notare: prova ad innaffiare la base dei tuoi astri senza spruzzare acqua sulle foglie, in quanto ciò può causare muffa o crescita di funghi. Un pollice di pioggia o irrigazione una volta alla settimana è generalmente consigliato per la maggior parte delle piante perenni.
I fiori di aster prosperano a temperature più fresche e sono resistenti al gelo, in grado di resistere temporaneamente a temperature prossime allo zero. Quando si tratta di umidità, gli astri non hanno preferenze particolari e quindi non avranno bisogno di livelli di umidità aumentati o di spruzzi extra.
Gli astri sono alimentatori moderati e apprezzano essere nutriti con un fertilizzante floreale bilanciato due volte al mese, a partire dalla primavera e continuando fino a quando i fiori iniziano ad aprirsi. I nutrienti eccessivi possono ridurre il tempo di fioritura, quindi smetti di concimare gli astri ad agosto.
La maggior parte dei giardinieri non deve preoccuparsi troppo dei dettagli tassonomici, poiché tutte queste piante sono vendute come astri e tutte hanno i familiari fiori simili a margherite e si comportano allo stesso modo in giardino. Le specie originali erano fiori selvatici trovati in Nord America ed Eurasia, ma le moderne varietà da giardino sono solitamente ibridi allevati per produrre nuovi colori e piante più ordinate. Alcune delle cultivar più popolari includono:
Gli astri possono essere propagati raccogliendo semi o radicando talee, ma il modo di gran lunga più semplice è semplicemente scavare il ciuffo di radici e dividerlo in pezzi per il reimpianto (la parte centrale legnosa del ciuffo dovrebbe essere scartata). I cespi sopravviveranno indipendentemente da quando esegui la divisione, ma se eseguita nel tardo autunno o all’inizio della primavera successiva, le piante si stabilizzeranno abbastanza da mettere in mostra l’autunno nel loro primo anno.
Le radici dell’aster sono dure, quindi dovrai usare una vanga affilata per tagliare a pezzi i ciuffi. Innaffia abbondantemente subito dopo il reimpianto e alimenta le divisioni con farina d’ossa per fornire fosforo per la crescita immediata delle radici.
La ruggine e l’oidio possono influenzare il fogliame dell’aster. Seguire le raccomandazioni sulla spaziatura delle piante per migliorare la circolazione dell’aria ed evitare gli schizzi d’acqua per prevenire questi problemi.
La maggior parte degli insetti nocivi lascia in pace gli astri, ma gli insetti di pizzo possono essere un fastidio. È più probabile che noti il ​​danno che causano rispetto agli insetti stessi, che sono molto piccoli e di un anonimo colore grigio-marrone. Se noti fogliame ingiallito e caduta delle foglie in estate, prendi in considerazione l’uso di sapone per insetti sulle piante, rivestendo tutti i lati del fogliame per avere un impatto sui parassiti nascosti. Fortunatamente, i focolai di insetti del pizzo precedono il tempo di fioritura dell’aster, quindi la spruzzatura non influenzerà le farfalle e le api.

Lascia un commento