Come fare salviette disinfettanti fatte in casa

Le salviette disinfettanti come quelle di Lysol e Clorox in un contenitore o in un sacchetto pop-up sono comode e semplici da usare e, se usate correttamente, uccidono la maggior parte dei batteri e dei virus sulle superfici dure. Se ti piace creare i tuoi prodotti per la pulizia, puoi creare salviette disinfettanti a casa con pochi semplici ingredienti.
Sebbene ci siano molti disinfettanti registrati presso l’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti (EPA), non tutti sono sicuri per i consumatori da utilizzare nei progetti fai-da-te. I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) raccomandano ai consumatori di utilizzare un prodotto che contenga almeno il 70% di alcol per disinfettare mani e superfici.
L’alcol isopropilico (sfregamento) viene venduto nei negozi di droga e alimentari in soluzioni al 70, 91 e 99%. L’etanolo (alcol etilico), utilizzato per il consumo, è venduto in diversi livelli di prova. Leggi le etichette delle bottiglie di alcol di grano e vodka per determinare il loro contenuto di alcol. Ad esempio, Everclear Grain Alcohol è 190 prove, 92.4% di etanolo.
L’uso di meno del 70% di alcol durante la preparazione delle salviette disinfettanti non fornirà la protezione antimicrobica che desideri.
Il contenitore che selezioni deve essere ermetico se stai preparando più salviette di quelle che prevedi di utilizzare nella prossima ora o giù di lì. L’alcol evapora molto rapidamente e ti ritroverai con delle salviette asciutte.
Un contenitore di vetro come un barattolo a bocca larga, un vecchio contenitore di salviettine disinfettanti in commercio o un contenitore di plastica con coperchio funziona bene. Dovrebbe essere abbastanza grande da contenere 40 tovaglioli di carta piegati e 3 tazze di liquido.
I prodotti di carta che usi per realizzare le salviette dovrebbero essere abbastanza resistenti da resistere alla pulizia mentre sono bagnati. Asciugamani di carta resistenti, asciugamani di carta per gli ospiti e tovaglioli di carta funzionano bene. Puoi lasciarli a grandezza naturale o tagliarli in pezzi più piccoli se lo desideri.
Se desideri diventare ecologico e creare salviette riutilizzabili, puoi utilizzare anche salviette al 100% in cotone, bambù o microfibra. Le salviette riutilizzabili devono essere lavate in lavatrice in acqua calda dopo ogni utilizzo.
Separare gli asciugamani in pezzi singoli e piegarli o arrotolarli per adattarli al contenitore. Se stai riutilizzando un contenitore per salviette pop-up, piegali con uno strato intrecciato con l’asciugamano successivo in modo che si alzino insieme.
Se disponi di un contenitore rotondo, potresti essere in grado di tagliare a metà un rotolo di carta assorbente e rimuovere l’anima interna di cartone per creare un rotolo di salviette da “tirare dal centro”.
Hai bisogno di abbastanza alcol per coprire e saturare gli asciugamani. Tre tazze di alcol satureranno circa 40 tovaglioli di carta piegati.
Gli oli essenziali aggiungono un profumo gradevole e alcuni oli hanno qualità antibatteriche. Puoi mescolare e abbinare in base alle tue sensibilità nella quantità che desideri.
Gli oli consigliati con alcune qualità antibatteriche sono tea tree, lavanda, geranio, limone, arancia, eucalipto, rosmarino, cannella, chiodi di garofano, timo o menta piperita.
Versa circa la metà dell’alcol (con oli essenziali, se lo desideri) sugli asciugamani. Attendere che il liquido si sia assorbito e versare il resto. Potrebbe essere necessario aggiungere un po’ più di alcol se gli asciugamani non sono completamente bagnati. Dovrebbe esserci del liquido visibile nel contenitore. Coprire bene il contenitore e le salviette sono pronte per l’uso.
Usa un’etichetta di carta o un pezzo di nastro adesivo per etichettare il contenitore. Luogo fuori dalla portata di bambini e animali domestici.
Ora che sai come creare le tue salviette disinfettanti, assicurati di usarle correttamente per disinfettare le superfici.
Anche se le salviette disinfettanti rimuoveranno un po’ di sporco dalle superfici, saranno più efficaci se pulisci il grasso e lo sporco pesante dalle superfici prima di disinfettare.
Le salviette non devono essere gocciolanti, ma devono essere molto umide. Deve essere rimasto abbastanza alcol sul bancone della cucina, sulla maniglia della porta o sul telecomando della televisione per uccidere i batteri.
Per uccidere la maggior parte dei batteri, la superficie che stai pulendo dovrebbe rimanere bagnata per almeno quattro minuti. Non eliminare l’alcol; lasciarlo asciugare all’aria.
Una salvietta non disinfetterà un’intera cucina o un bagno. Una salvietta di solito disinfetterà un’area di circa tre piedi quadrati.
I prodotti di carta imbevuti di alcol non devono essere aggiunti a un cumulo di compost. Smaltire le salviette in un cestino. Se stai usando salviette di stoffa, mettile in un piccolo cesto finché non è il momento di lavare un carico di biancheria.
Dopo aver pulito e disinfettato qualsiasi area, lavati correttamente le mani per rimuovere eventuali prodotti per la pulizia o batteri persistenti.