Come piantare l’origano

Le foglie di origano sono ovali, di colore verde scuro e posizionate a coppie opposte lungo gli steli. Alcune varietà hanno foglie sfocate, altre no. L’origano inizia come una rosetta di foglie che abbraccia il terreno, ma può facilmente crescere fino a circa 2 piedi di altezza. Una manciata di piante ti fornirà abbastanza origano da usare fresco di stagione e da asciugare per l’uso durante il resto dell’anno.
L’origano è generalmente piantato in primavera o in autunno, sia da inizio di vivaio in vaso o divisioni di piante. Cresce rapidamente e fornirà foglie adatte alla cottura quasi immediatamente.
L’origano viene solitamente piantato da piante in vaso o da talee radicate prese da piante esistenti. È ampiamente disponibile negli asili nido e attraverso cataloghi specializzati. I vivai locali di solito portano le erbe da cucina più popolari, mentre i cataloghi tendono a offrire la più ampia varietà di piante di origano.
Pochi parassiti infastidiscono l’origano, ma tieni d’occhio gli acari e gli afidi. I terreni bagnati possono causare marciumi radicali.
La maggior parte delle varietà di origano ha bisogno di pieno sole, tuttavia, la varietà di origano dorato fa meglio in ombra parziale, poiché le sue foglie tendono a bruciare in pieno sole.
Il terriccio sabbioso è più adatto per l’origano. Se il tuo terreno è umido con molta materia organica, l’origano non funzionerà bene come in un terreno più leggero e asciutto che è generalmente ben drenato. Lascia che il terreno si asciughi completamente tra un’annaffiatura e l’altra. Se la pianti in vaso, usa un terriccio ben drenante e per tutti gli usi, possibilmente mescolato con un po’ di sabbia, perlite o vermiculite in più.
Non esagerare con l’origano. Innaffia abbondantemente solo dopo che il terreno è asciutto al tatto.
L’origano potrebbe aver bisogno di una protezione invernale nelle zone di resistenza 5 e inferiori. Coprire le piante con un ramo sempreverde dopo che il terreno si è congelato lo proteggerà dai danni del vento.
Molte erbe sono considerate erbacce e la maggior parte non è particolarmente esigente riguardo al terreno in cui crescono. L’origano non fa eccezione: crescerà in un terreno solo moderatamente fertile. Non aggiungere compost o fertilizzante alla sua area di coltivazione. Grandi quantità di sostanze nutritive, come l’azoto, possono modificare il sapore di questa erba.
L’origano ha bisogno di essere pizzicato regolarmente, a partire da quando la pianta è alta solo circa 4 pollici. Pizzicare le punte in crescita farà sì che le piante si espandano e prevengano una crescita leggiadra e disordinata. Inoltre, impedisce alla pianta di fiorire, il che è meglio se vuoi mantenere le foglie il più saporite possibile per l’uso in cucina.
Man mano che la pianta diventa più grande, questo rituale di pizzicamento dovrebbe essere un affare settimanale; qualsiasi crescita che non usi per cucinare o essiccare può essere scartata. Se la pianta diventa eccessivamente legnosa, tagliare gli steli fino al suolo incoraggerà più steli a germogliare dalla base, risultando in una pianta più piena.
Le foglie più saporite dell’origano si trovano immediatamente prima dei fiori della pianta, ma puoi tagliare le foglie in qualsiasi momento per cucinarle o asciugarle. Le foglie possono essere congelate per essere utilizzate durante l’inverno.
Puoi iniziare la raccolta quando le piante hanno raggiunto i 4-5 pollici di altezza, tagliare i rametti per l’uso. Gli steli tendono a diventare legnosi e il modo più semplice per spogliare le foglie è tenere il gambo per l’estremità superiore, non tagliata e far scorrere il dito lungo lo stelo.
Sebbene sia perenne, l’origano è adatto alla coltivazione in vaso, sia come piante da interno che su una terrazza o un patio. Qualsiasi contenitore con un buon drenaggio andrà bene; Da 10 a 14 pollici di diametro e da 6 a 8 pollici di profondità è una dimensione ideale. Qualsiasi mix di invasatura generico andrà bene come terreno di coltura. Alcuni coltivatori ritengono che l’aggiunta di una buona quantità di perlite, vermiculite o sabbia a un terriccio a base di torba dia i migliori risultati.
Queste piante non richiedono molta acqua. In un vaso di buone dimensioni, le piante di origano non dovrebbero mai essere rinvasate. In genere è meglio scartare semplicemente una pianta in vaso che è diventata troppo cresciuta e legnosa, ricominciando con una nuova pianta.
Le piante di origano possono essere avviate da semi, divisioni o talee. Poiché diverse specie di origano si impollinano in modo incrociato, potresti non ottenere ciò che ti aspetti dai semi che salvi dalle piante da giardino.
Puoi anche semplicemente dividere le piante alla zolla per creare più piante. All’inizio della primavera o dell’autunno, dividi le piante in segmenti quando i centri iniziano a estinguersi o gli steli diventano troppo legnosi.
Questo trattamento di svernamento è realmente necessario solo nella parte settentrionale dell’intervallo di rusticità, zona 4. La pianta sverna generalmente bene nelle zone più calde.
Sebbene venga coltivato prevalentemente come erba culinaria, l’origano è una bella pianta da bordatura e copertura del terreno, che richiede poca manutenzione. Le varietà più piccole fanno bene anche nei giardini rocciosi e alpini.
Le api amano i fiori di origano e copriranno le piante mentre assorbono nettare e polline. Gli apicoltori piantano intenzionalmente l’origano vicino agli apiari perché aggiunge un sapore meraviglioso al miele prodotto dalle api che si nutrono di origano.