Come pulire il metallo

È quasi impossibile trovare una casa senza oggetti metallici tra cui porte e accessori per armadietti, utensili per mangiare e cucinare, gioielli e oggetti decorativi come cornici. Alla fine, ogni tipo di metallo dovrà essere pulito per rimuovere polvere, sporcizia e, spesso, ossidazione o ossidazione.
L’ossidazione appare su alcuni metalli non trattati quando si verifica una reazione chimica tra il metallo e un composto non metallico, solitamente ossigeno o anidride solforosa. Non corrosivo come la ruggine, uno strato di appannamento sigilla il metallo e protegge gli strati sottostanti dalle reazioni. Alluminio, ottone, rame e argento sono i più suscettibili all’ossidazione.
Ci sono centinaia di detergenti per metalli commerciali sul mercato che fanno un buon lavoro nel mantenere il metallo in bell’aspetto, ma la maggior parte delle pulizie può essere eseguita con oggetti che probabilmente hai già nella dispensa. (La maggior parte degli oggetti in metallo può essere lavata in sicurezza in acqua tiepida e un detergente delicato.) Daremo un’occhiata ai modi migliori per pulire e rimuovere la ruggine da diversi tipi di metallo.
Prima di tentare di pulire qualsiasi tipo di oggetto metallico:
Non c’è una regola da seguire sulla frequenza per pulire il metallo.
L’alluminio viene utilizzato per realizzare pentole e padelle, telai di finestre e mobili da esterno. L’alluminio non trattato è altamente suscettibile allo scolorimento e alla vaiolatura a causa degli acidi. Le pentole in alluminio non trattate scoloriscono in lavastoviglie o quando vengono utilizzate per preparare cibi acidi come la salsa di pomodoro. È quasi impossibile ripristinare la finitura originale.
Tuttavia, l’alluminio anodizzato che si trova nelle pentole pesanti ha un rivestimento che lo protegge dai danni. È meglio lavare a mano le pentole in alluminio con acqua calda e detersivo per piatti.
I telai delle finestre in alluminio e i mobili da esterno possono essere lavati con sapone neutro per tutti gli usi e asciugati bene per evitare striature. Per mantenere la finitura lucida, rivestire i telai con cera per auto in pasta.
L’ottone è uno dei preferiti per l’hardware di porte e armadietti, mobili e oggetti decorativi come statue, fermalibri e fermacarte. Molti articoli in ottone moderni sono rivestiti con una lacca per evitare l’ossidazione. Alla fine, la lacca può consumarsi ed è ora di lucidare o lasciare che l’ottone diventi marrone. Il modo più semplice per pulire l’ottone è con un detergente commerciale.
A meno che la ghisa e il ferro battuto non vengano mantenuti ben oliati o verniciati, arrugginiranno. Entrambi possono essere lavati con acqua e sapone per rimuovere particelle di cibo o terra, ma devono essere trattati immediatamente per evitare la formazione di ruggine. Le pentole in ghisa vengono condite con olio vegetale e i mobili o le staccionate in ferro battuto devono essere verniciati o laccati dopo la pulizia.
Il cromo è un rivestimento applicato su un metallo comune e si trova spesso su mobili e sanitari. Una pulizia regolare con oggetti della tua dispensa come il bicarbonato di sodio e l’aceto bianco distillato lo manterrà lucido e senza aloni.
Il modo in cui ti prendi cura degli articoli in rame dipende dalla finitura che preferisci. Il rame sviluppa una bella patina che puoi mantenere con una pulizia delicata con acqua e sapone. Tuttavia, se ti piace che il rame assomigli a un penny brillante e brillante, dovresti usare oggetti acidi dalla tua dispensa come limoni o ketchup o un detergente commerciale per creare una lucentezza.
La pulizia dei gioielli in oro o placcati in oro è semplice perché non si ossida facilmente. Basta un rapido ammollo in un po’ di detersivo per piatti e acqua tiepida, seguito da un risciacquo in acqua pulita e dall’asciugatura con un panno morbido, per ripristinare la sua lucentezza.
Gli articoli in peltro dovrebbero avere una lucentezza calda e poco brillante. Puoi usare un detergente commerciale o mescolare il tuo con aceto bianco distillato, farina e sale.
Sia che tu abbia oggetti in argento sterling o placcati in argento, si appanneranno a causa dell’esposizione all’ossigeno (ossidazione). La maggior parte dei lucidi per argento commerciali lascia una bella lucentezza senza rimuovere la patina che conferisce all’argento decorato la sua profondità e definizione. Alcune persone giurano che il foglio di alluminio e il bicarbonato di sodio impregnino per mantenere l’argento lucido, ma possono rimuovere troppa patina.
Poiché l’acciaio inossidabile è facile da pulire e disinfettare, è il metallo preferito nelle cucine commerciali per piani di lavoro ed elettrodomestici. Tuttavia, l’acciaio inossidabile può graffiarsi e l’acqua e il cibo possono lasciare aloni su alcune finiture in acciaio inossidabile. Uno dei modi migliori per mantenerlo privo di aloni è utilizzare un panno in microfibra per asciugare accuratamente la finitura dopo ogni pulizia.
L’acciaio utilizzato per l’arredamento della casa o un tetto in metallo è quasi sempre rivestito per prevenire la ruggine e la corrosione. La pulizia deve essere eseguita con acqua calda e un detergente multiuso per evitare graffi sulla finitura che potrebbero causare la formazione di ruggine.

Lascia un commento