Come riparare i pop per le unghie nel muro a secco

Raramente un problema importante ma più fastidioso di qualsiasi altra cosa: i chiodi sporgenti e i rigonfiamenti che vedi nel muro a secco. Perché la tua casa ha le unghie pop e possono essere riparate?
I nail pop sono i piccoli cerchi che sporgono dal muro a secco delle pareti e del soffitto. Di solito, le teste dei chiodi e i rigonfiamenti non sporgono molto: solo circa 1/8 di pollice. Spesso rompono la vernice intorno a loro. Potrebbero anche funzionare in linee verticali o orizzontali.
I pop per unghie sono imperfezioni estetiche che a volte si manifestano nei soffitti in cartongesso e nelle pareti interne fissate con le unghie. Gli schiocchi dei chiodi raramente influiscono sulla struttura del muro, anche se in numero sufficiente il muro potrebbe perdere una sezione del muro a secco. Martellare nelle unghie a volte funziona, ma di solito no. Il martellamento non risolve il problema centrale.
I moderni sistemi di cartongesso sono in gran parte installati con viti per cartongesso. Le viti del muro a secco possono occasionalmente staccarsi ma non si staccano mai. Invece, il chiodo si apre nel soffitto e nelle pareti è causato da chiodi corti del muro a secco che non sono più saldamente attaccati ai perni due per quattro.
La maggior parte delle case costruite prima degli anni ‘1970 che non sono state successivamente ristrutturate avrà quasi sempre il muro a secco appeso con chiodi, non viti per cartongesso. Realizzati in acciaio zincato e con una testa larga, i chiodi per cartongesso generalmente variano da 1 1/8 di pollice a 1 7/8 di pollice di lunghezza. Anche se hai muri che sono stati costruiti dopo gli anni ‘1970, potresti comunque avere dei pannelli appesi con chiodi per cartongesso, dal momento che alcuni installatori di cartongesso preferiscono usare i chiodi.
Man mano che le borchie in legno si seccano nel tempo, le fibre di legno perdono la presa e non sono più in grado di trattenere il gambo liscio del chiodo per cartongesso. Le unghie sporgono, di solito portando con sé stucco e vernice per cartongesso. Di solito è inutile rimettere a posto i chiodi perché il legno non reggerà il gambo.
Il concetto alla base del fissaggio dei nail pop è quello di posizionare viti per cartongesso (non chiodi) su entrambi i lati del nail pop. Questo sostituisce efficacemente il chiodo con le viti, ma senza il disordine di scavare il chiodo.
Sappi in anticipo che potrebbero formarsi ulteriori nail pop lungo il perno su cui stai lavorando o quelli adiacenti perché le tue riparazioni disturbano il wallboard e lo fanno spostare. Aiuta anche avere una forte fonte di luce puntata su un angolo basso attraverso il muro, in quanto ciò ti aiuterà a identificare rapidamente le sporgenze.
Indossando occhiali di sicurezza, usa il martello per conficcare il chiodo sporgente nel muro, facendo attenzione a non danneggiare troppo il muro a secco attorno ad esso. Assicurati di usare un martello a testa liscia, non un martello con un waffle o una testa a griglia. Il risultato sarà una piccola rientranza rotonda nel muro.
Fissa il cartongesso ai perni di legno usando due viti per cartongesso, una su ciascun lato del chiodo. Usa il trapano e una punta per cacciavite per guidare una vite per cartongesso nel cartongesso, colpendo il perno sottostante finché la testa della vite non piega la carta per cartongesso. Posiziona un’altra vite per cartongesso sull’altro lato del chiodo pop. Entrambe le viti dovrebbero essere a circa 1 o 2 pollici dal chiodo.
Nel passaggio precedente, se non sei stato in grado di martellare il chiodo del muro a secco e farlo rimanere dentro, le due viti del muro a secco che guidi in questo passaggio di solito saranno abbastanza forti da tirare il muro a secco contro il perno.
Usa il coltello per cartongesso per applicare uno strato leggero di composto per giunti sui fori. Lisciare l’eccesso con il coltello in modo che sia a filo con il muro. A questo punto, non preoccuparti se le rientranze sono ancora visibili.
Lasciare asciugare il composto unito per due o quattro ore. Applicare una seconda mano di composto per giunti. Se la toppa non si fonde bene con il muro circostante, usa un ampio coltello da piuma per disegnare uno strato largo e sottile più lontano sul muro.
Ispeziona l’area. Il mastice si restringe quando si asciuga, quindi potrebbe essere necessario applicare una terza mano. Carteggiare leggermente l’area con carta vetrata a grana fine. Applicare il primer sull’area da riparare, quindi dipingere.
Fissare i chiodi su piccola scala è un lavoro facile per qualsiasi fai-da-te. Tuttavia, se intere stanze hanno molti nail pop, potrebbe essere il momento di sostituire completamente il muro a secco. In questo caso, chiama un appaltatore del muro a secco.