Come tappare un tubo dell’acqua con un raccordo a pressione

Spesso è necessario tappare temporaneamente i tubi di alimentazione dell’acqua durante la ristrutturazione della cucina o del bagno. Ad esempio, quando si sostituiscono i mobili, è possibile che i tubi di alimentazione dell’acqua si estendano attraverso il pavimento posteriore o inferiore di un mobile per lavello. Piuttosto che tagliare un’ampia sezione dell’armadio per rimuoverlo, di solito è molto più facile tagliare le estremità dei tubi e coprirle con raccordi a pressione facili da usare, che funzioneranno con rame, CPVC o Tubi idraulici PEX.
I raccordi a innesto sono realizzati da diversi produttori, uno dei più popolari è SharkBite, un nome che è diventato sinonimo di questo stile di raccordo. Piuttosto che utilizzare connessioni meccaniche o saldate, funzionano tramite un sistema di guarnizioni interne e punte affilate che afferrano saldamente il tubo. I raccordi a innesto sono ora consentiti da quasi tutti i codici idraulici in tutto il paese.
Chiudere l’approvvigionamento idrico della casa. Poiché taglierai i tubi dell’acqua dietro o sotto la valvola di intercettazione su ciascun tubo, devi chiudere l’acqua dalla valvola di intercettazione principale. Drenare l’acqua residua e la pressione dai tubi aprendo un rubinetto esterno o un rubinetto più basso dei tubi su cui si sta lavorando (come su un lavatoio seminterrato). Ciò riduce al minimo la quantità di acqua che fuoriesce dai tubi quando vengono tagliati.
Taglia i tubi dell’acqua, usando un tagliatubi se hai abbastanza spazio per ruotare lo strumento attorno al tubo. Puoi anche usare un seghetto, ma fai attenzione a fare un taglio netto e quadrato per garantire una tenuta adeguata con i raccordi a innesto. Lascia più tubi possibile in modo da non dover aggiungere un’estensione in seguito quando si ricollega l’apparecchiatura.
Pulisci l’estremità di ogni tubo tagliato con uno straccio. Deve essere liscio e privo di vecchie saldature o altro materiale. Se tagli i tubi con un seghetto, limare i bordi irregolari prima di pulirli. Se necessario, puoi levigare le superfici ruvide con tela smeriglio, ma fai attenzione a non carteggiare il tubo; dovrebbe avere la sua rotondità e diametro originali per garantire una corretta tenuta con il raccordo a innesto.
Misurare dall’estremità di ciascun tubo e tracciare una marcatura di profondità, come indicato dal produttore del raccordo a innesto. Il segno ti dirà quando il raccordo viene spinto fino in fondo, il che è essenziale per una corretta tenuta.
Spingere il tappo del tubo sul tubo finché il suo bordo non raggiunge il segno di profondità.
Riaprire l’acqua e controllare le connessioni del tappo per perdite.
I raccordi a innesto possono essere temporanei o permanenti. La maggior parte include una funzione di rilascio che consente di rimuovere il raccordo con uno strumento speciale, che di solito è un semplice dispositivo di plastica che si spinge contro il raccordo per premere un collare di rilascio e sfilare il raccordo. Utilizzare sempre lo strumento del produttore per rimuovere i raccordi.

Lascia un commento