Portulaca: concentrati sui suoi usi culinari, non sul controllo delle infestanti

Quando assaggi questa “erba” e familiarizzi con la ricerca sui suoi benefici nutrizionali, potresti ripensare a quella logica. Invece di combatterla come un’erbaccia, potresti iniziare a trovare più logico trattarla come un’erba commestibile. Né c’è nulla di veramente nuovo nel sostenere questa visione positiva della portulaca, dal momento che, nel Vecchio Mondo, è stata coltivata intenzionalmente nei giardini per anni. Ecco perché i coloni l’hanno portato con sé nel Nuovo Mondo.
Se ti sforzi per un paesaggio con un prato immacolato, sarà comunque comprensibile se tiri su tutta la portulaca che cresce su di esso. Questo è il prezzo che devi pagare per la perfezione. Ma basta non buttarlo via! Mangialo, invece. E se la tua portulaca sta crescendo ai margini di un giardino, ad esempio, potresti anche considerare di pizzicarla invece di tirarla. In questo modo, per tutta l’estate puoi goderti un’alimentazione salutare con questa succulenta piccante.
L’erba di portulaca ha fatto girare la testa ad alcune persone al Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, nientemeno. Stanno pubblicizzando la portulaca come fonte di nutrimento per una dieta più sana.
La portulaca contiene acido alfa-linolenico, uno degli acidi grassi Omega-3 molto ricercati. Non ha senso pagare soldi per l’olio di pesce quando puoi coltivare i tuoi acidi grassi Omega-3 come parte del tuo paesaggio commestibile (specialmente quando ci vuole poco sforzo per coltivare la portulaca poiché cresce come un’erbaccia).
Non solo la portulaca ha cinque volte la quantità di acidi grassi Omega-3 degli spinaci, ma ha anche steli ricchi di vitamina C. Gli acidi grassi Omega-3 sono fondamentali nella regolazione del nostro metabolismo.
Fare riferimento alla portulaca come a un’erba “succulente” non solo aiuta a darti un’idea di come cibo, ma fornisce anche un suggerimento per l’identificazione dell’erba.
Lo stelo della portulaca è rotondo e liscio, e questo rampicante si trascina sul terreno come una piccola liana. La pianta porta fiori gialli insignificanti.
Le piante giovani hanno uno stelo verde, ma, con la maturità, gli steli di questa annuale assumono sfumature rossastre. La pianta ha foglie piccole, oblunghe e verdi, che formano grappoli e misurano circa 1 pollice di lunghezza. Le foglie assomigliano a piccoli spicchi e, come il gambo, sono succose, caratteristica che la portulaca condivide con altre piante grasse.
Questa è una pianta che forma stuoie con un fittone. Rimane corto (di solito meno di 6 pollici di altezza). Se lasciato solo, può, in condizioni ideali (soleggiato, con terreno umido e fertile che drena bruscamente), avvicinarsi a una distanza di 2 piedi.
Per preservare la succosità della portulaca da mangiare, raccoglila al mattino o alla sera quando non dovrai competere con l’intensa luce solare. I seguenti sono esempi di usi culinari per la pianta:
Oltre alla consistenza croccante che ti aspetteresti da una succulenta, la portulaca ha anche un interessante sapore pepato.
Le ricette di cucina della portulaca abbondano, inclusa quella che la usa in un’insalata di cetrioli e yogurt. Anche se non lo troverai presto all’insalata del tuo fast food locale, la portulaca è entrata nel menu di numerosi ristoranti di lusso.
Se non sei convinto delle virtù della portulaca e senti che devi liberartene, puoi, ovviamente, tirarla a mano, che è un metodo organico. Tirare a mano è più facile quando il terreno è bagnato. Puoi anche usare l’erbicida pre-emergente, Dimension, se non ti impegni a rimanere biologico. La portulaca germina quando le temperature del suolo raggiungono circa 60 gradi Fahrenheit, quindi dovrai applicare l’erbicida pre-emergente almeno a metà primavera (verifica con l’estensione della tua contea locale).