Profilo della pianta di basilico dolce

Tutti i tipi di basilico crescono facilmente in climi caldi e soleggiati. Le foglie sono comunemente usate in cucina, ma anche i boccioli dei fiori sono commestibili. Questa erba a crescita rapida prospera ugualmente bene nei giardini e nei contenitori. Con un clima sufficientemente caldo, le nuove piante di basilico sono pronte per la potatura (per incoraggiare la crescita più folta) in circa sei settimane.
Il basilico dolce è un’erba per i climi caldi, quindi viene spesso piantato da trapianti in vivaio che sono stati avviati in condizioni di serra. Se coltivi il basilico dai semi, dovrai avviarli in casa circa sei settimane prima dell’ultimo gelo primaverile. Il basilico è pronto per iniziare la raccolta in circa 60-90 giorni dalla semina.
Impedisci al basilico di fiorire il più a lungo possibile raccogliendo o pizzicando le prime serie di foglie non appena la pianta raggiunge circa 6 pollici di altezza. Se la pianta mette i fiori, sta andando a seminare e non crescerà cespugliosa e non si riempirà di molte foglie gustose.
Il basilico cresce meglio con sei-otto ore di pieno sole ogni giorno. Un ampio sole significa anche meno problemi di malattia e piante più robuste. Questo è il caso tranne nei climi più caldi, dove il basilico preferisce l’ombra parziale.
Il basilico fa meglio in un terreno umido, ricco e ben drenante. È una buona idea modificare il terreno con compost o altro pacciame ricco di sostanze nutritive.
Innaffia regolarmente il basilico in profondità, ma assicurati che il terreno sia ben drenato. Usa il pacciame per aiutare a mantenere l’umidità all’interno.
Basil è un amante del calore. Non preoccuparti di piantarlo fino a quando le temperature diurne rimangono negli anni ’70 e le temperature notturne superano i 50 gradi Fahrenheit. Il basilico è molto sensibile al gelo e sarà una delle prime piante a morire in autunno. Puoi prolungare leggermente la stagione coprendo le tue piante con coperture per filari quando il gelo è minacciato. Non lasciare che la copertura della fila tocchi le foglie: il gelo all’esterno della copertura della fila è sufficiente per danneggiare le foglie tenere, probabilmente facendole diventare nere.
Se vivi in ​​una zona al riparo dal gelo, potresti voler consentire ad alcune piante di basilico di mettere fiori e semi nel tuo giardino. Non tutte le varietà lo faranno con successo.
Poiché raccoglierai le foglie dalle tue piante di basilico, potresti aver bisogno di fertilizzarle spesso. Un fertilizzante per tutti gli usi funziona bene e aiuta a garantire che le nuove foglie crescano continuamente.
Ci sono molte cultivar di basilico dolce, così come altre specie affini dai gusti unici. Prova questi diversi tipi di basilico:
Il basilico funziona in quasi tutti i tipi di pentole o contenitori, anche in una piscina per bambini. Ma ci sono due regole per il successo: mantenere il terreno umido e non affollare le piante. Il modo più semplice per seguire entrambe le regole è piantare in vasi grandi e profondi, il che significa più terreno per trattenere l’umidità e più spazio per stendere più piante e garantire un’adeguata circolazione dell’aria. Puoi piantarli a una distanza di 6-8 pollici l’uno dall’altro se desideri uno sguardo completo ai tuoi contenitori, ma distanziarli da 12 a 18 pollici l’uno dall’altro è migliore per la circolazione dell’aria. Le piante sovraffollate sono vulnerabili ai problemi fungini.
Per assicurarti che le tue piante in vaso siano adeguatamente idratate, controlla il terreno ogni giorno infilando il dito nella seconda nocca e innaffia quando il terreno si sente asciutto a questa profondità. Usa un terriccio di qualità che drena bene in modo che le radici non restino nell’acqua. Inoltre, assicurati che il contenitore abbia fori di drenaggio. Se il terreno non è premiscelato con fertilizzante, aggiungi un po’ di fertilizzante biologico e mescola bene quando riempi il vaso. Successivamente, nutrire le piante ogni due settimane con fertilizzante liquido diluito.
Puoi iniziare a raccogliere le foglie di basilico quando le piante sono alte da 6 a 8 pollici. Anche se non usi le foglie per cucinarle, asciugarle o congelarle, raccoglierle regolarmente migliorerà la vitalità della pianta. Le foglie di basilico possono essere essiccate o congelate per l’uso dopo il raccolto. Il basilico essiccato è comodo ma a scapito di un po’ di sapore. Il basilico congelato ha un sapore di basilico più forte di quello essiccato, ma a scapito della consistenza. Usa il basilico congelato nei piatti cotti. Se ti piace cucinare con basilico e olio d’oliva, frulla il basilico fresco con il tuo olio d’oliva preferito e porzionalo in un vassoio del ghiaccio per il congelamento. Conservare i cubetti congelati in un contenitore ermetico.
Il basilico può essere utilizzato in cucina, generalmente aggiunto alla fine per mantenerne fresco il gusto e il colore. Il basilico può essere utilizzato anche fresco in insalata, sui panini o anche per avvolgere i cubetti di formaggio, ad esempio. Uno degli usi culinari più popolari del basilico genovese è nel classico pesto dell’Italia settentrionale, tradizionalmente preparato con basilico fresco, formaggio Parmigiano Reggiano e Romano, aglio fresco, olio d’oliva e sale. Frullare il composto in un robot da cucina o frullatore e mescolarlo direttamente alla pasta appena cotta (con un po’ di acqua della pasta per tenerla leggermente morbida).
Gli afidi sono il più grande parassita del basilico, specialmente con le piante coltivate in casa. Anche scarafaggi e lumache possono essere fastidiosi all’aperto, creando buchi nelle foglie. Copri l’intera pianta con una soluzione saponosa di 2 cucchiaini di detersivo per piatti in un litro pieno d’acqua per sradicare questi parassiti.
Il basilico è suscettibile all’oidio, che può essere controllato fornendo molto spazio tra le piante per migliorare la circolazione dell’aria ed evitando l’irrigazione aerea, che può spruzzare spore fungine sulle piante. Le foglie gravemente colpite devono essere raccolte e scartate.