Profilo della pianta di erba gatta

Catnip grows to a height of 3 to 4 feet and has featherlike, light green foliage and small clusters of lavender flowers that grow on spikes. A member of the mint family, catnip is also used in food and herbal remedies. For example, tea made from the leaves and flowers of Nepeta cataria is said to relieve coughs. The oil extracted from catnip plants is even used in  natural mosquito repellents .
Catnip plants have naturalized in various parts of North America, and even where they are not perennial, they will likely reseed. In fact, many gardeners find catnip to be too weedy and too aggressive to grow it in their landscapes. This herbaceous perennial can be planted in spring or fall. It is a fast grower and can reach 2 to 3 feet in height in a single season.
If you’re planning to grow catnip, for your cat or yourself, keep in mind that there are different types of catnip and that all common types are invasive. This means they can take over your garden—even if they don’t take over your cat’s mind.
L’erba gatta può essere piantata nel tuo giardino in primavera o in autunno, da seme o da piante. Germoglierà in due o tre settimane se avviato dal seme. Potare le piante dopo il primo set di fioritura consentirà loro di ricrescere completamente e fiorire di nuovo.
To avoid damage from unwelcome neighborhood cats, consider protecting your catnip with some type of enclosure. Insects and rodents are not a problem, and catnip does not tend to suffer diseases.
Catnip plants do best in full sun to partial shade and are drought-tolerant ground covers , making them a good choice for sunny, dry areas where many other plants would struggle.
Like so many herbs, this perennial thrives in poor soil that is well-drained. Catnip plants are not very fussy about the ground in which they grow, as long as their roots are not constantly sitting in water.
Innaffia regolarmente le piante di erba gatta, ma fai attenzione a non esagerare con l’acqua. Lascia che il terreno si asciughi quasi tra un’annaffiatura e l’altra, quindi immergilo completamente.
Pianta l’erba gatta in un terreno che registra un minimo di 60 gradi Fahrenheit. Crescerà meglio a temperature giornaliere tra 55 e 85 gradi Fahrenheit. In climi caldi e umidi, potrebbe aver bisogno di ombra pomeridiana.
Non è necessario nutrire l’erba gatta.
La maggior parte delle persone associa l’erba gatta al suo effetto psicoattivo sui gatti. L’effetto si verifica quando le foglie vengono mangiate o quando la fragranza della pianta viene inalata dai gatti. In effetti, il semplice odore dell’erba gatta è spesso sufficiente per far reagire i gatti, motivo per cui a volte li vedi rotolarsi dentro. Il risultante “viaggio di droga” è una reazione al nepetalattone chimico. Un tratto ereditario, solo alcuni gatti hanno reazioni al nepetalattone. Allo stesso modo, è possibile che i gatti abbiano reazioni avverse all’erba gatta, che potrebbero causare diarrea o vomito. Questo è il motivo per cui l’American Society for the Prevention of Cruelty to Animals (ASPCA) elenca l’erba gatta come una pianta tossica per i gatti.
Raccogli l’erba gatta al momento della fioritura, in una giornata asciutta e soleggiata. La tarda mattinata è un buon momento per raccogliere dopo che la rugiada si è asciugata, ma prima che la giornata si riscaldi. Tagliare l’intera pianta alla base e appenderla a testa in giù, appena possibile, in un luogo buio, asciutto e ben ventilato, come una soffitta.
Conserva foglie, steli e fiori essiccati in sacchetti per il congelatore per preservare la potenza dell’olio al loro interno. Questi passaggi aiutano a ridurre al minimo la perdita di olio, che è la cosa che fa impazzire il tuo gatto.
I semi di erba gatta hanno un pelo duro e migliorerai le possibilità di successo stratificando prima i semi. Metti i semi in un sacchetto di plastica e tienili nel congelatore per un mese. Tirali fuori e lasciali scongelare, poi congelali di nuovo per un altro mese. Prima di piantare, scongelare i semi in acqua calda durante la notte.
Seminare i semi stratificati in vasi uno o due mesi prima dell’ultimo gelo primaverile. Piantali a circa 1/4 di pollice di profondità nel mix di partenza dei semi e mettili davanti a una finestra soleggiata. Dovrebbero germogliare in due o tre settimane. Indurire le piantine prima di piantarle in giardino, distanziandole da 18 a 20 pollici l’una dall’altra. Puoi anche tenerli in vaso per crescere in casa.

Lascia un commento