Profilo della pianta di rafano

Il rafano è un ortaggio o un’erba perenne che viene coltivato principalmente per le sue radici pungenti. Questo è lo stesso rafano che la maggior parte delle persone compra in un barattolo e usa per aromatizzare una varietà di piatti, dal roast beef alla salsa cocktail, e per completare un piatto di seder pasquale. Le foglie di rafano possono essere mangiate anche quando sono giovani e tenere, ma non dovrebbero essere mangiate dagli animali perché sono leggermente tossiche per loro.
Il rafano viene normalmente piantato in primavera da segmenti di radice o talvolta da piante da vivaio in vaso. Crescerà rapidamente e sarà pronto per essere raccolto entro l’autunno.
Il rafano ha radici fittizie lunghe, quindi un terreno ben preparato è importante, poiché è difficile correggere la condizione una volta stabilita una pianta perenne. Creare buone condizioni del terreno nel letto del giardino trasformando in un paio di centimetri di materia organica.
Coltiva nuove piante di rafano con pezzi di radice del diametro di un dito e lunghi da 12 a 18 pollici. Si diffonderà rapidamente, quindi non avrai bisogno di più di una o due piante per nutrire l’intera famiglia. Scava buche di circa 6-8 pollici di profondità e 12 pollici di distanza. Pianta una radice per buca con un angolo di 45 gradi con la corona, o l’estremità grande, verso l’alto sulla linea del suolo e l’estremità piccola alla base della buca. Riempi il buco per coprire la corona della radice con 2-4 pollici di terreno, quindi innaffia bene la pianta.
Inizia con un letto preparato con molta materia organica e pianta le radici come faresti nel terreno. Quando la pianta inizia a crescere, invierà più germogli. Ogni germoglio forma piccole radici e prende energia dalla pianta. Per ottenere una radice grande, rimuovi tutti i germogli tranne uno o due e lascia che crescano più grandi.
In generale, il rafano è una pianta tollerante in grado di sopportare un’ampia gamma di esposizione al sole. Idealmente, tuttavia, il rafano prospera in pieno sole o in mezz’ombra.
Il rafano ama un pH del terreno da leggermente acido a neutro compreso tra 6.0 e 7.5 circa. Un terreno sciolto ricco di materia organica produrrà le migliori radici.
Il rafano non è una pianta esigente, ma otterrai radici di qualità migliore se mantieni il terreno ben irrigato, in modo che le radici non diventino legnose.
Il rafano ama il clima fresco. Le sue temperature diurne ideali vanno da 45 a 75 gradi Fahrenheit. 
Nutri o condisci le tue piante ogni tre o quattro settimane. Puoi concimare con compost, tè di compost o un fertilizzante vegetale commerciale 10-10-10 (seguendo le istruzioni del prodotto).
Le radici di rafano piantate in primavera saranno pronte per essere raccolte in ottobre o novembre. Raccogli le radici in autunno, idealmente dopo il primo gelo. Scava intorno alla base della pianta e solleva la radice grande e centrale e il maggior numero possibile di radici più piccole. In climi senza gelo, si consiglia la raccolta invernale. Se vuoi mangiare delle giovani verdure di rafano, raccoglile prima che gli insetti mangino troppi buchi. Ricrescono in una settimana o giù di lì.
Se stai coltivando il tuo rafano come pianta perenne, puoi lasciarne un po’ nel terreno e raccoglierlo secondo necessità. Tieni presente che più pezzi rotti rimangono nel terreno, più piante avrai nella prossima stagione di crescita. In alternativa, puoi sollevare tutte le radici e conservarne alcune per piantare l’anno successivo. Scavare l’intera pianta e salvare i pezzi è spesso il metodo preferito perché il rafano può diventare aggressivo.
Pochi parassiti disturberanno le radici del rafano, ma ce ne sono molti che si nutriranno delle foglie, tra cui afidi, cicaline della barbabietola, falena diamondback, scarabei delle pulci e tonchio crocifero importato. Gli afidi possono essere lavati via. Se gli altri parassiti diventano una seccatura, considera di coltivare il tuo rafano sotto copertura.
Se sei preoccupato che il rafano prenda il controllo del tuo giardino, coltivarlo in un contenitore potrebbe essere un’opzione migliore per te. Avrai bisogno di un contenitore considerevole, con una profondità di almeno 30 pollici per far crescere le radici. Pianta le radici come se le piantassi nel terreno. Il rafano contenitore avrà bisogno di annaffiature più frequenti e concimazioni mensili.

Lascia un commento