Profilo della pianta di tasso cinese

Non tutti i sempreverdi sono conifere (coni) e non tutte le conifere sono sempreverdi, ma il tasso cinese è entrambe le cose. Se ti aspetti che questa pianta abbia il tipico cono, però, ti aspetta una grande sorpresa. I “coni” rossi che produce sembrano più delle bacche. Molte persone nel corso degli anni, attirate da questi bei coni a forma di frutta, non hanno saputo resistere alla tentazione di mangiarli e ne hanno pagato il prezzo. Non commettere lo stesso errore!
Una delle virtù del tasso cinese è che è così facile da coltivare. Tollera la siccità e non è esigente riguardo alla quantità di luce solare che riceve, purché si eviti di coltivarla in piena ombra.
Coltiva il tasso cinese in pieno sole fino a mezz’ombra.
Coltiva il tasso cinese in un terreno che drena bene.
Il tasso cinese ha un fabbisogno idrico medio.
Se desideri trasformare un attuale tasso cinese in più piante, senza dover spendere soldi per loro, la pianta, fortunatamente, si radica facilmente dalle talee.
Tradizionalmente, in Cina, il legno del tasso cinese è stato utilizzato per realizzare prodotti come i mobili. È stato anche usato in medicina e nei bonsai.
Per molti proprietari di case, l’altezza che questa pianta può raggiungere sarebbe problematica. In natura, può diventare alto 60 metri. Il tasso cinese è, tuttavia, un coltivatore lento, raggiungendo un’altezza di soli 5-10 piedi dopo 10 anni. Inoltre, può essere potato per mantenerlo più simile ad un arbusto. Ma le sue dimensioni mature lo rendono poco adatto per essere una pianta di fondazione.
Se, al contrario, desideri sfruttare le dimensioni impressionanti che gli alberi di tasso cinesi possono raggiungere, puoi piantarne diversi in fila per formare un frangivento, una barriera antirumore o uno schermo per la privacy.
Esistono molti tipi di piante di tasso e possono essere utilizzate in molti modi, anche come esemplari, nelle siepi e nelle piantagioni di fondazione. Sono disponibili in una varietà di forme, colori e dimensioni. Esempi inclusi:

Lascia un commento