Suggerimenti per le organizzazioni approvati da esperti che non avresti mai pensato di provare

Quante volte hai guardato l’enorme volume di cose e la mancanza di ordine nella tua casa e hai pensato: “Oggi è il giorno!” E poi ha prontamente acceso un nuovo spettacolo per abbuffarsi e sintonizzarsi. O ha iniziato il lavoro e poi è diventato troppo sopraffatto. 
Oserei indovinare che questo è successo a un gran numero di noi. Lo stesso vale per Cas Aarssen, il creatore del popolare metodo Clutterbug per domare montagne di disordine negli spazi di tutto il mondo.
Aarssen una volta era come le masse: annegato nel disordine e nessuna speranza in vista. Ma ha avuto una rivelazione che ha portato al suo sistema Clutterbug di organizzare per personalità, e condivide diversi suggerimenti su come organizzarsi che probabilmente non ti sono mai nemmeno passati per la mente. Sembrano quasi troppo semplici per essere veri! Ma Aarssen dice che funzionano davvero, quindi dai un’occhiata ad alcune delle cose facili che puoi fare ora per far respirare un po’ più facilmente te e la tua casa.
“La parte più difficile del decluttering e dell’organizzazione è iniziare”, afferma Aarssen. “Sei sopraffatto e pensi troppo. È tutto nella tua testa.”
Superare il blocco mentale è una sfida enorme per molte persone e una grande ragione per cui i piani migliori per mettere insieme la tua attrezzatura non passano mai dal pensiero all’azione. Allora come fai a fare questo salto?
“Prendi un sacco della spazzatura e fai un po’ di terapia con il sacco della spazzatura”, dice. “Cerca cose che sono ovviamente spazzatura che possono andare, prendi una scatola e vai a caccia di cose che non stai usando e che non ami in casa. Imposta un timer e di’ a te stesso che devo fare solo cinque minuti. Di solito quello che succede è che inizi e sei motivato, e vai avanti, e non è così brutto o spaventoso come pensavi. O anche se ti fermi, la tua casa è migliore di prima e hai fatto cinque minuti.
Una delle prime cose che le persone tendono a fare quando decidono di fare ordine e organizzarsi è uscire e comprare un mucchio di bidoni di plastica. Ci sono pro e contro di questa idea, a seconda della tua personalità di pulizia. Ma se insisti sul fatto che i bidoni ti salveranno dalle tue cose, segui prima l’esempio di Aarseen su qualcosa.
“Non avere coperchi sui bidoni”, dice. I coperchi rendono più difficile raggiungere ciò che hai nascosto in primo luogo. E anche se chiudere i bidoni potrebbe non sembrare un grosso ostacolo, farlo gioca un tema per molti di noi.
“Anche se ci metti qualche secondo in più per togliere il coperchio, lo metti da parte, giusto?”
I coperchi richiedono uno sforzo extra e un blocco sufficiente tra te e ciò che vuoi trovare che molte volte, lasceremo in pace i bidoni e ce ne andremo. Ciò significa che le cose che avevamo salvato nei cassonetti perché non volevamo buttarle non si abitueranno affatto e continueranno a occupare spazio. e non li userò. 
Quanti di noi gravitano per buttare giù le cose in cucina mentre attraversiamo? Colpevole! Ma non pensare che ciò significhi necessariamente che dovresti cambiare le tue abitudini e trovare un modo per mantenere i tuoi contatori chiari. La passione di Aarssen è insegnare alle persone a pulire e organizzare in un modo che funzioni per loro e come vivono, non come pensano che dovrebbe essere fatto.
“Sono un grande fan di un centro di comando in cucina”, dice. “Le cucine sono il luogo in cui le persone accumulano naturalmente la posta quando entrano, i fogli di scuola, le cose che devono salvare, sai, solo carta. Adoro i portariviste che sono appesi al muro per catturare la carta. Ma mettilo dove lo ammucchi naturalmente. Così spesso siamo tipo, beh, abbiamo un ufficio al piano di sopra o dietro l’angolo, dovrebbe andare lì. Ma non ci preoccupiamo di dove dovrebbero andare le cose. Osserviamo dove ammucchiamo naturalmente le cose e poi creiamo un sistema per quelle cose in cui si trova la casa naturale”.
Abbiamo visto tutti le foto di Instagram di cestini o barattoli perfettamente allineati, ognuno con un’etichetta che elenca cosa c’è dentro. E Aarssen adora etichettare le cose. Li rende più facili da trovare. Fai solo attenzione a come etichetti le tue cose.
“Le dimensioni contano quando si tratta di etichette”, afferma. “Amo una piccola etichettatrice, ma se non riesci a vedere l’etichetta dall’altra parte della stanza, è piuttosto inutile. Trova un font che ami e rendilo abbastanza grande da motivarti a mettere via le cose.
Se hai bisogno di una spinta per scoprire un’etichetta che ti parli e si adatti ai tuoi scopi, Aarssen ha una varietà di tipi sul suo sito che puoi scaricare e stampare da solo.
I bambini sono disordinati. Sono solo. Ma Aarssen offre due idee su come ridurre al minimo il disordine dei bambini che è geniale nella sua semplicità e logica.
“Le cassettiere non funzionano per i bambini piccoli. Non possono vedere cosa c’è dentro e non hanno intenzione di piegare il pigiama e metterlo via”, dice. “Lascia perdere il comò e scegli uno scaffale a cubo con contenitori in tessuto. Contengono di più, i bambini possono accedervi e ti danno anche posti per giocattoli e libri ma occupa meno spazio di una cassettiera..”
Dice anche che mettere etichette con grandi immagini all’esterno dei contenitori di tessuto aiuta i bambini a sapere esattamente dove possono trovare quello che stanno cercando e dove riporlo.
Se c’è uno spazio che è esageratamente travolgente, è il garage. A meno che tu non sia uno dei rari uccelli che parcheggia effettivamente un veicolo in uno, il tuo garage è probabilmente pieno di un’ampia varietà di cose, dagli attrezzi per la manutenzione dell’auto alle luci di Natale. Può essere allettante trascurare quest’area, ma può essere salvata, afferma Aarssen. Devi solo impegnarti per il costo.
“I garage sono l’unico spazio in cui devono esserci investimenti per farlo funzionare”, afferma. “Per gli organizzatori visivi, il mio preferito è un organizer per la casa da parete a doghe, che puoi trovare in qualsiasi grande negozio di scatole. Si ripone in verticale sulla parete per sfruttare quello spazio’”
Un’unità a lamelle ti consente di utilizzare ganci per appendere qualsiasi cosa, dagli attrezzi da giardino alle biciclette, il tutto senza sacrificare lo spazio sul pavimento, importante se hai intenzione di parcheggiare effettivamente le tue cure lì dentro.
“Se si dispone di un deposito fuori stagione o di attrezzatura da campeggio, è importante disporre di scaffalature”, afferma Aarssen. “Se hai dei bidoni impilati, non li disimpilerai. Se qualcosa è difficile da mettere via, non lo faremo”.
E questa, aspiranti organizzatori, è la verità centrale. Prova alcuni di questi suggerimenti ponderati e sorprendenti e verifica tu stesso.

Lascia un commento